Pamplona: sono tre gli uomini feriti dai tori

0
235
San Fermìn
si celebra dal 6 al 14 luglio la festa del patrono di Pamplona: San Fermìn

E’ iniziata ieri – 6 luglio 2019 – la festa di San Fermìn, patrono della città spagnola di Pamplona. Una settimana dedicata a balli, canti ed eventi di ogni tipo, dove il più conosciuto e allo stesso tempo il più discusso rimane la corsa dei tori.

Pamplona
si celebra dal 6 al 14 luglio la festa del patrono di Pamplona: San Fermìn

Secondo quanto dichiarato dalla Croce Rossa, sono tre le persone rimaste ferite durante il primo giorno della festa di Pamplona. Una dei quali sarebbe stata incornata a una gamba. Mentre due uomini avrebbero subito un trauma cerebrale e sarebbero stati trasportati d’urgenza all’ospedale.

Secondo la ricostruzione riportata dal quotidiano spagnolo El Mundo, il punto critico si sarebbe ricostrato alla fine di via Estafeta. In quel punto infatti, uno dei tori che stavano correndo verso l’arena sarebbe inciampato e cadendo avrebbe causato la caduta dei tori che correvano dietro di lui. Alcuni dei corridori, colti di sorpresa, sono caduti sul retro dell’animale rimanendo feriti. Uno dei tori che seguiva la corsa, sempre in corrispondenza con la fine di via Estafeta, sarebbe rimasto attratto da un uomo ignaro. Questo, che a quanto pare non si stava preoccupando di vedere cosa succedeva dietro di lui, sarebbe diventato la perfetta vittima del toro.

Ogni anno vi sono feriti tra i migliaia di corridori a Pamplona

Ogni anno sono migliaia i corridori che decidono di partecipare a questa corsa, nonostante i pericoli che la accompagnano. A renderli particolari sono i vestiti che portano: colorati completamente di bianco, con fazzoletti rosso vivo per richiamare l’attenzione dei tori. Durante l’encierro i tori vengono trasportati nelle gabbie dell’arena dove si scontreranno nel pomeriggio. Il percorso è di 875 metro e gli animali pesano tra i 540 e i 615 chilogrammi.

I tori di quest’anno provengono dall’allevamento di bovini di Puerto de San Lorenzo, i cui tori sono stati responsabili nel passato di aver ferito alcuni corridori. Una persona, nel giorno di apertura del festival dello scorso anno, è rimasta incornata durante l’encierro. Sempre un anno fa, si sono registrati un totale di 42 feriti durante una corsa dalla durata di due minuti e quaranta secondi. L’encierro più lungo della storia si registrò solo l’11 luglio 1959 grazie a una corsa lunga 30 minuti, contro quello più rapido di 2 minuti e 5 secondi del 14 luglio 2015.

Durante questa festa, sarà possibile partecipare alla corsa mattutina dei tori ogni giorno fino a domenica dalle ore otto del mattino.

Annunci

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here