Doppio allenamento e sessione di palestra. Il Settebello non si risparmia alla vigilia della sfida dentro/fuori con il Montenegro in programma martedì allo stadio del nuoto di Bari alle 20:00 con diretta su Rai Sport 1; arbitreranno lo spagnolo Francesc Buch e il russo Sergey Naumov, delegato Gianni Lonzi.
L’obiettivo è vincere di quattro gol per capovolgere l’ 11-8 subito a Kotor il 10 dicembre scorso ed ipotecare la qualificazione alla finale della World League in programma dal 17 al 22 giugno a Dubai.
Difficile, ma non impossibile, che la qualificazione passi addirittura per la prossima trasferta a Kosice: se l’Italia vincesse di tre gol diventerebbe risolutiva la migliore differenza reti sulla terza squadra classificata del girone C europeo che potrebbe essere determinata dallo scontro diretto Slovacchia-Germania coi tedeschi che hanno vinto all’andata 10-9.
Per l’occasione il cittì della Nazionale Sandro Campagna ha convocato 17 giocatori, in raduno a Bari da domenica sera. “Ritengo che in questo momento il Montenegro sia la squadra più forte del mondo – sottolinea Campagna al termine dell’allenamento a porte aperte svolto lunedì mattina nella piscina che ospiterà lapartita – E’ una nazionale completa, composta da alcuni tra i migliori giocatori del 1985/1986 che sono al top della condizione fisico-atletica. Il loro gioco è collaudato ed è cresciuto dal successo dei campionati europei di Malaga del 2008 sino alle recenti medaglie d’argento ai campionati europei di Eindhoven 2012 e ai campionati mondiali di Barcellona 2013. Noi siamo una squadra giovane, che deve sfruttare questi confronti per acquisire esperienza e capire dove e come migliorare. Martedì non cercheremo solo di limitare il gioco del Montenegro perché sarebbe controproducente; proveremo ad imporre il nostro gioco, le nostre idee, per vincere e tenere viva la qualificazione alla finale della World League. Se non dovessimo riuscirci abbiamo comunque una programmazione alternativa per arrivare ai campionati europei di Budapest nella migliore condizione possibile”.
Il cittì della Nazionale solo dopo l’allenamento di martedì scioglierà le ultime riserve e diramerà i 13 che giocheranno la partita. “In questa stagione ho già coinvolto oltre 30 giocatori – conclude Campagna – L’obiettivo è permettere ai più giovani di viviere l’esperienza del collegiale e della partita a prescindere dall’impiego. Arricchire le conoscenze di giocatori potenzialmente importanti per la Nazionale del domani accresce il movimento, il livello del campionato e prepara il futuro”.
Da sfatare il tabù dei precedenti recenti. Italia-Montenegro è il terzo incontro valido per le qualificazioni della World League disputato a Bari negli ultimi quattro anni. In entrambi i precedenti la nazionale italiana è risultata sconfitta il 25 gennaio 2011 dalla Croazia 10-6 e il 27 marzo scorso dall’Ungheria 8-7.
CONVOCATI ITALIA
Italia (17)
portieri: Stefano Tempesti (Pro Recco) e Marco Del Lungo (AN Brescia)
difensori: Giuseppe Valentino e Nicholas Presciutti (AN Brescia), Gianluigi Foglio e Vincenzo Renzuto Iodice (DOOA Posillipo), Niccolò Figari, Andrea Fondelli e Massimo Giacoppo (Pro Recco), Francesco Coppoli (RN Florentia)
attaccanti: Francesco Di Fulvio (AN Brescia), Alessandro Nora (attaccante), Alex Giorgetti e Pietro Figlioli (Pro Recco)
centroboa: Fabio Baraldi (CC Napoli), Giovanni Bianco (Carisa Savona), Matteo Aicardi (Pro Recco)

Staff: cittì Sandro Campagna, assistente tecnico Amedeo Pomilio, team manager Francesco Attolico, preparatore atletico Alessandro Amato, medico Giovanni Melchiorri, fisioterapista Paolo Imperatori, psicologa Bruna Rossi, videoanalista Francesco Scannicchio

I 13 DEL MONTENEGRO
1. Dejan Lazovic
2. Draško Brguljan
3. Vjekoslav Paskovic
4. Antonio Petrovic
5. Darko Brguljan
6. Aleksandar Radovic
7. Mladan Janovic
8. Dragan Draškovic
9. Aleksandar Ivovic
10. Saša Mišic
11. Filip Klikovac
12. Uroš Cuckovic
13. Miloš Šcepanovic
Coach Ranko Perovic

WORLD LEAGUE

Finale dal 17 al 22 giugno a Dubai (UAE)
Girone A: Serbia, Russia, Romania
Girone B: Croazia, Ungheria, Grecia
Girone C: Italia, Montenegro, Germania, Slovacchia
Classifica: Montenegro 12, Italia 9, Germania 3, Slovacchia 0
Calendario e risultati girone Italia
Martedì 12 novembre
Germania-Italia 7-12
Montenegro-Slovacchia 13-11
Martedì 10 dicembre
Montenegro-Italia 11-8
Germania-Slovacchia 10-9
Martedì 14 gennaio
Italia-Slovacchia 12-5
Montenegro-Germania 13-10
Martedì 11 febbraio
Italia-Germania 12-10
Slovacchia-Montenegro 5-8
Martedì 11 marzo
Italia-Montenegro
Slovacchia-Germania
Martedì 15 aprile
Slovacchia-Italia
Germania-Montenegro
ALBO D’ORO E PIAZZAMENTI DELL’ITALIA
2002 Patrasso
1. Russia, 2. Spagna, 3. Ungheria
Italia eliminata nel girone di qualificazione
2003 New York
1. Ungheria, 2. Italia, 3. USA
2004 Long Beach
1. Ungheria, 2. Serbia&Montenegro, 3. Grecia
Italia quarta, battuta in finale per il 3° posto dalla Grecia per 12-9
2005 Belgrado
1. Serbia&Montenegro, 2. Ungheria, 3. Germania
Italia eliminata nei gironi di semifinale
2006 Atene
1. Serbia&Montenegro, 2. Spagna, 3. Grecia
Italia eliminata nei gironi di qualificazione
2007 Berlino
1. Serbia, 2. Ungheria, 3. Australia
Italia eliminata nei gironi di qualificazione
2008 Genova
1. Serbia, 2. USA, 3. Australia
Italia settima, battuta la Grecia nella finale 7°-8° posto per 11-7
2009 Podgorica
1. Montenegro, 2. Croazia, 3. Serbia
Italia quinta, battuta l’Australia nella finale 5°-6° posto per 11-10
2010 Nis
1. Serbia, 2. Montenegro, 3. Croazia
Italia eliminata nei gironi di qualificazione
2011 Firenze
1. Serbia, 2. Italia, 3. Croazia
2012 Almaty
1. Croazia, 2. Spagna, 3. Italia.
2013 Chelyabinsk
1. Serbia, 2. Ungheria 3. Montenegro
TABELLINI PRIME QUATTRO PARTITE
Germania-Italia 7-12 (12 nov)
Germania: Kong, Bukowski, Kleine, Real, Preuss 1, Jungling, Nossek, Schuler 3, Stamm, Oeler (c), Schlotterbeck 1, Eidner 2, Schenkel. All. Novoselac.
Italia: Del Lungo, Valentino, N. Presciutti, Figlioli 2, A. Fondelli, Coppoli, Nora 1, Velotto, F. Di Fulvio 5, S. Luongo 3, Aicardi (c) 1, Baraldi, Vassallo. All. Campagna.
Arbitri: Naumov (Rus) e Golijanin (Srb)
Note: parziali 0-2, 2-3, 2-4, 3-3. Schenkel in porta per la Germania; nel quarto entra Kong. Usciti per limite di falli Stamm (G) nel terzo quarto, Figlioli (I), Valentino (I) e Real (G) nel quarto tempo. Superiorità numeriche: Germania 4/15, Italia 5/10 + un rigore fallito da Di Fulvio nel secondo quarto sul 2-4. Spettatori 1500 circa.
Montenegro-Italia 11-8 (9 dic)
Montenegro: Lazovic, Drasko Brguljan 2, Paskovic 1, Petrovic, Darko Brguljan 4, Draskovic, M. Janovic 1, Sekulic, Ivovic 3 (1 rig.), Misic, Klikovac, Cuckovic, Scepanovic. All. Perovic.
Italia: Tempesti, Valentino, N. Presciutti 1, Figlioli 1 (rig.), Giorgetti 2 (1 rig.), Fondelli, Giacoppo 2 , Nora, F. Di Fulvio, Velotto, Aicardi 1, G. Bianco 1, Del Lungo. All. Campagna.
Arbitri: Alexadrescu (Rou) e Vogel (Hun).
Note: parziali 3-1, 3-3, 4-2, 1-2. Scepanovic in porta per il Montenegro, Del Lungo per l’Italia; dal terzo tempo Tempesti. Usciti per limite di falli Aicardi (I) e Cuckovic (M) nel quarto tempo. Espulso Klikovac (M) per gioco violento nel secondo tempo. Superiorità numeriche: Montenegro 6/13, Italia 4/12 + 2 rigori. Spettatori 2500 circa, tra loro l’ambasciatore italiano in Montenegro, Vincenzo Del Monaco.
Italia-Slovacchia 12-5 (14 gen)
Italia: Del Lungo, Renzuto Iodice, Nicholas Presciutti 1, Figlioli 2 (1 rig.), Fondelli 1, Coppoli, Giacoppo, Nora 3, Di Fulvio 1, Damonte, Aicardi (C) 4, Bianco, Vassallo. All. Campagna.
Slovacchia: Kozmer, Famera 3 (1 rig.), Zatovic, Hrosik (C), Durik 1, Janicek, Seman 1, Tkac, Bielik, Gyurcsi, Kratochvil, Bruder, Hoferica. All. Sirotny.
Arbitri: Putnikovic (Srb) e Savinovic (Cro).
Delegato: Gianni Lonzi (Ita).
Italia-Germania 12-10 (11 feb)
Italia: Tempesti, Coppoli, N. Presciutti, Figlioli 3 (1 rig.), Giorgetti 4 (1 rig.), A. Fondelli 1, Renzuto Iodice, Nora 1, F. Di Fulvio, Velotto, Aicardi 2, Baraldi 1, Del Lungo. All. Campagna.
Germania: Schenkel, Bukowski 1, Glaser 1, Real 2, Preuss, Jungling, Nossek 4, Schuler, Miers, Oeler 2, Schlotterbeck, Eidner, Kong. All. Novoselac.
Arbitri: Rakovic (Srb) e Vlasic (Cro).
Delegato: Lonzi (Ita).
Note: parziali 2-2, 2-1, 3-3, 5-4 In tribuna gli azzurri Valentino, Gallo e Bianco. Usciti per limite di falli Coppoli (I) e Jungling (G) nel quarto tempo. Superiorità numeriche: Italia 6/14 + 2 rigori, Germania 6/11. A inizio quarto tempo Del Lungo (I) sostituisce Tempesti. Spettatori 1500 circa.

Condividi e seguici nei social

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here