Il fantino Gingillo, partito  di rincorsa, è riuscito a precedere la Giraffa.

La contrada della Lupa ha vinto il Palio dell’Assunta. E di rincorsa. Il fantino Giuseppe Zedde, detto Gingill. ha preceduto la Giraffa e il Drago nella carriera del 16 agosto. La Lupa aveva vinto due volte, nel 2016, in entrambe le carriere di luglio e agosto.

I contradaioli hanno così conquistato il Drappellone, quest’anno al centro delle polemiche come mai prima nella stroria del Palio per la mancata benedizione da parte dell’arcivescovo di Siena, Antonio Buoncristiani del “cencio” realizzato dall’artista belga Charles Szymkowicz, considerato tra i maggiori pittori neoespressionisti attivi in Europa.

Un gesto che ha innescato una polemica, con il sindaco Luigi De Mossi, critico rispetto alla scelta del vescovo: “Il vero giudizio sul drappellone non lo danno i critici d’arte né le autorità civili e religiose, ma il popolo”.

Al mattino era stata la contrada della Giraffa con Francesco Caria, detto Tremendo, sul cavallo Queen Winner ha vinto la ‘Provaccia’, l’ultima prova che precede la gara vera.

Il mese scorso, nel Palio del 2 luglio, a trionfare fu il Drago con il cavallo Rocco Nice montato da Andrea Mari, detto Brio. La contrada del Drago rimase in testa per tutta la carriera, al termine di una mossa lunga e sofferta.

Condividi e seguici nei social
error

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here