. Con queste parole Moncef Naili, di 54 anni, un cittadino di origini tunisine che vive da diversi anni a Palermo dove fa il cuoco, ha avvertito il 113 di avere ucciso la compagna, Elvira Bruno di 53 anni. “Abbiamo litigato e l’ho strangolata”, ha detto prima di andare alla Squadra mobile dove viene interrogato.

La vittima è una palermitana, madre di due figlie. L’omicidio è avvenuto nell’abitazione dei due in via Pecoraro Lombardo a due passi dalla stazione Notarbartolo. 

I sanitari hanno provato a rianimare la donna ma non c’è stato nulla da fare.

Condividi e seguici nei social

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here