Palermo – Dramma al civico muore donna prima del parto: deceduto anche il neonato

0
179

Rosalia Nuara, 40 anni, diabetica, era arrivata in clinica a Palermo al sesto mese di gravidanza. Il piccolo, nato grazie ad un cesareo d’emergenza, era ricoverato in terapia intensiva al Civico: è riuscito a resistere solo poche ore.

E’ morta poco prima di dare alla luce il suo bambino, nella notte tra giovedì e venerdì nella clinica Triolo Zancla di Palermo, dove era ricoverata in attesa di partorire.

Nemmeno il bambino della donna, Rosalia Nuara di 40 anni, ce l’ha fatta: i medici hanno cercato di salvare il piccolo, nato con un cesareo d’urgenza, purtroppo senza riuscirci. Il bimbo era stato ricoverato in terapia intensiva all’ospedale Civico in condizioni critiche. La sua mamma soffriva di diabete e si trovava in osservazione nella clinica privata in zona Cala per consentirle di portare a termine la gravidanza giunta al sesto mese.

Rosalia Nuara morta a Palermo prima di partorire: deceduto anche il bambino

Per cause improvvise, durante la notte tra giovedì e venerdì la donna è andata però in arresto cardiaco. E’ intervenuto il rianimatore di turno in clinica e sono stati chiamati anche i colleghi del 118. Nonostante i tentativi dell’équipe sanitaria per strapparla alla morte, Rosalia Nuara si è spenta poco dopo. Il figlio era riuscito a nascere, ma è poi morto nel tardo pomeriggio di ieri. 

“Nel corso dei controlli – spiega il dottore Luigi Triolo che ha operato la donna – ci siamo accorti che il bimbo era ancora vivo e abbiamo eseguito un parto cesareo d’urgenza. Per la mamma abbiamo fatto l’impossibile per salvarla. Io stesso ho chiesto che venisse effettuata l’autopsia per cercare di risalire alla causa della morte”. La donna era stata ricoverata insieme ad altre pazienti. Sembra che nella notte tra giovedì e venerdì fosse andata in bagno, poco dopo avrebbe accusato un malore e sarebbe svenuta senza più riprendersi.

Intanto su Facebook circola un messaggio che è stato condiviso da numerose persone: “Il compagno della donna, unico parente, non ha le possibilità economiche neppure per pagare il funerale. Quindi, per chi volesse e potesse, si può recare presso l’agenzia funebre Trinca di piazza Scaffa e contribuire alle spese. So che il periodo è difficile per tutti, però magari un pochino ciascuno non pesa tantissimo”.

clinica triolo zancla-2-2

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here