Pakistan, Imran Khan: “Non ci sarà mai un accordo con l’India per il Kashmir”

0
224
Imran Khan

Imran Khan smorza gli entusiasmi che si erano creati in seguito alla proposta dell’India, mediante il ministro Qureshi, di normalizzare i rapporti con il Pakistan. Il premier pakistano, in una sessione di domande e risposte con i suoi concittadini, ha affermato che non ci sarà mai un accordo per il Kashmir. Si smontano dunque le speranze che volevano finalmente un accordo che andasse a regolamentare i rapporti tra i due vicini, da quasi un secolo avversari per il controllo del Kashmir.

Pakistan: cosa ha detto Imran Khan?

Senza andare fin troppo sullo specifico, il primo ministo del Pakistan ha sentenziato la diffcoltà di trovare un’intesa con l’India di Narendra Modi. Un duro colpo per gli abitanti del Kashmir che da decenni sperano in una normalizzazione dei rapporti che porti ad una conclusione degli inutili massacri al confine. “Ho cercato, sin dal primo giorno dopo essere salito al potere, di avere relazioni con l’India e la questione del Kashmir si risolve attraverso il dialogo”, ha detto, aggiungendo che “se il Pakistan normalizzasse le relazioni con l’India ora, sarebbe un grande tradimento al popolo del Kashmir”. Continua Khan: “Non c’è dubbio che il nostro commercio migliorerà, ma tutto il loro sangue sarà sprecato, quindi questo non può accadere. Non può accadere che il nostro commercio migliori al costo della loro sofferenza”, ha detto.

India e Pakistan, un conflitto infinito

Dalla dissoluzione dell’Impero Anglo-Indiano e la conseguente nascita dei due paesi, sono iniziate le prime baruffe, diventate poi delle vere e proprie guerre. La più importante di tutte è sicuramente quella esplosa nel 1947, nata per il controllo del Kashmir, zona ricca e fruttuosa e per questo molto ambita dalle due potenza nucleari.


Pakistan: il ministro Qureshi apre al dialogo con l’India

Pakistan, bomba esplode nel parcheggio di un hotel: 4 morti e 13 feriti