Pagelle: a Modena le emoticon sostituiscono i voti tradizionali

0
75
Modena: arrivano le pagelle con emoticon.

Giunge da Modena una notizia legata alla scuola destinata a far discutere e ad aprire il dibattito sull’utilità di questa novità. L’istituto comprensivo Gianni Rodari ha deciso di cambiare radicalmente la metodologia di voto sulle pagelle del primo quadrimestre. Gli alunni di due classi delle prime elementari sono stati valutati con le emoticon, le cosiddette faccine che ormai si utilizzano comunemente quando si inviano messaggi su WhatsApp, Messenger e altre applicazioni di messaggistica istantanea. Dunque, non ci saranno più i tradizionali numeri, ma alcuni simboli che lasceranno intendere se il giudizio è positivo o negativo.

Ad esempio, sulle pagelle spunterà una emoticon con il sorriso al posto di una votazione da 8, mentre se si sarà al di sotto della sufficienza si visionerà una faccina spaventata. L’obiettivo della scuola è quello di far sì che possano essere i piccoli alunni, in questo modo, a responsabilizzarsi in merito al profitto e al comportamento, raffrontandosi con delle valutazioni che risulterebbero più vicine al loro mondo. Dopo la distribuzione delle schede, queste verranno messe a confronto con quelle redatte dagli insegnanti per realizzare un giudizio complessivo e condiviso.

Le nuove pagelle con emoticon.

Dall’istituto comprensivo Rodari, inoltre, hanno anticipato che se questo rivoluzionario metodo dovesse incontrare il gradimento dei genitori, potrà essere introdotto anche per altre classi, fino ad arrivare alla secondaria inferiore.

Pagelle con emoticon, parla il dirigente del Rodari

La notizia dell’introduzione delle emoticon nelle pagelle di due prime elementari al posto dei classici voti presso la scuola Rodari di Modena, è stata ripresa in un battibaleno dalle principali testate giornalistiche italiane. La Gazzetta di Modena ha raggiunto il dirigente Daniele Barca, al quale ha chiesto di fornire qualche delucidazione in più su questa inattesa e sorprendente innovazione.

Programma scuola del nuovo governo: ecco i dettagli

Il dirigente ha innanzitutto evidenziato che finora i genitori dei ragazzi hanno reagito piuttosto positivamente, dimostrandosi fiduciosi verso la nuova metodologia di valutazione, ma anche incuriositi. Ovviamente, nella stragrande maggioranza dei casi, hanno chiesto dei chiarimenti per comprendere al meglio le inedite schede e il funzionamento del sistema di autovalutazione dei giovani studenti. La scuola ha posto l’accento sull’esclusività delle pagelle con le faccine, ricordando che si tratta di un passaggio importante per comprendere al meglio come un bambino percepisce se stesso e il suo comportamento in classe tramite le nuove pagelle.

In caso di riscontri positivi, l’istituto comprensivo Rodari svilupperà ulteriormente il suo progetto, realizzando delle pagelle basate sull’autovalutazione e organizzando delle attività di confronto e di scambio di vedute, ampliandole pure ad altre classi e fino alla scuola media inferiore. Si punta, così, a rendere sempre più responsabili gli alunni circa il proprio percorso didattico ed educativo. Ricordiamo, infine, che sempre l’ente modenese ha da poco abolito la funzione che permette di visualizzare i freddi voti inseriti nel registro elettronico, per provare a rendere più utili e costruttivi gli incontri scuola-famiglia.

L’istituto comprensivo Rodari di Modena.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here