domenica, Dicembre 10, 2023

Pagamenti con riconoscimento facciale per la metropolitana di Mosca

Mosca ha dotato più di 240 delle sue stazioni della metropolitana di un nuovo sistema chiamato Face Pay. Questo sistema utilizza il riconoscimento facciale per addebitare ai passeggeri la loro tariffa. Si dice che i pagamenti con riconoscimento facciale siano più convenienti che strisciare una carta o pagare con uno smartphone, ma secondo quanto riferito gli attivisti hanno espresso preoccupazione per le implicazioni sulla privacy di questa diffusa tecnologia di scansione facciale.

Il riconoscimento facciale nella politica Russa

Il Guardian ha riferito che Mosca ha recentemente ampliato la sua rete di riconoscimento facciale con l’aggiunta di 175.000 telecamere di sorveglianza. Rapporti precedenti indicavano che il governo russo ha utilizzato il riconoscimento facciale per identificare i manifestanti che hanno partecipato alle manifestazioni a sostegno del politico dell’opposizione Alexei Navalny e per imporre la quarantena durante la pandemia. Mosca ha anche annunciato nel 2019 che utilizzerà gli occhiali AR per aiutare la polizia a identificare i sospetti e nel 2020 ha introdotto un sistema di riconoscimento facciale dal vivo che potrebbe essere collegato a un’app mobile. Dire che la città ha investito molto nel riconoscimento facciale nonostante tutte le critiche ricevute dai residenti e dai sostenitori dei diritti umani sarebbe un eufemismo.


Biometria e falle nel riconoscimento facciale

Pagamenti con riconoscimento facciale: cosa implica?

Face Pay amplia ulteriormente la portata di questi sistemi di riconoscimento facciale. Il Guardian ha affermato che il sistema richiede ai passeggeri di collegare la propria carta della metropolitana, la carta bancaria e una foto del proprio viso utilizzando un’app mobile. Secondo quanto riferito, Mosca ha affermato che questi dati saranno “criptati in modo sicuro” e che solo il personale del ministero degli interni avrà accesso ai server su cui sono archiviati. L’introduzione di Face Pay ha fatto seguito alla richiesta del Parlamento europeo di limitare l’uso delle informazioni biometriche, compreso il riconoscimento facciale, nei programmi di sorveglianza di massa. L’uso della tecnologia di riconoscimento facciale si è dimostrato controverso anche negli Stati Uniti, dove le principali società tecnologiche hanno invitato i legislatori a regolamentare meglio l’uso di tali strumenti. Face Pay si trova all’incrocio tra la sorveglianza del governo, e la divulgazione del software di riconoscimento facciale tra la gente comune. Eppure anche Mosca sembra essere consapevole che la comodità di Face Pay non supererà le preoccupazioni su cosa significhi per la privacy dei residenti. Il Guardian ha affermato che la città si aspetta che solo il 15% dei passeggeri della metropolitana inizi a utilizzare il sistema nei prossimi tre anni.

Sowmya Sofia Riccaboni
Sowmya Sofia Riccaboni
Blogger, giornalista scalza (senza tesserino), mamma di 3 figli. Guarda il mondo con i cinque sensi, trascura spesso la forma per dare sensazioni di realtà e di poter toccare le parole. Direttrice Editoriale dal 2009. Laureata in Scienze della Formazione.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

0FansLike
0FollowersFollow
0SubscribersSubscribe
- Advertisement -spot_img

Latest Articles