Pace di Traventhal – 1700: il successo degli Svedesi

0
317

Il 18 agosto 1700, la Pace di Traventhal, con la risoluzione del conflitto tra Danimarca e Svezia. Durante gli episodi bellici della guerra del Nord, l’ufficialità del trattato tra entrambe le parti, ovvero il sovrano Carlo XII di Svezia e Re Federico IV di Danimarca. Alla conclusione dello scontro armato, la vittoria per le truppe imperiali svedesi e la cessione dell’area di Schleswig al duca di Holstein.

Pace di Traventhal: cosa succede nella Grande Guerra del Nord?

Dal 1700 per oltre vent’anni, il conflitto noto come Seconda Guerra del Nord, che coinvolge i territori settentrionali ed orientali dell’Europa. A fronte di ciò, il predominio assoluto della Svezia sulle coste del mar Baltico e da qui, le ribellioni dei Paesi risiedenti in tali aree, che mirano allo stesso potere di controllo. Dopo l’incoronazione del monarca di Stoccolma Carlo XII, la coalizione avversaria dei sovrani di Danimarca, Russia, Polonia.

Di fatto, l’inizio delle ostilità contro gli Svedesi e la generazione di un conflitto bellico. Nell’alleanza in opposizione alla Svezia, i regnanti Federico IV, Pietro I, Augusto II, con l’attacco militare danese alla regione nemica di Holstein – Gottorp. Seguono le invasioni delle milizie russe ad Ingria e l’assalto sassone di Riga.

In seguito, il Re di Stoccolma impone alle truppe danesi le distanze dallo scontro in atto e consegue la Battaglia di Narva, nel 1700. Di fatto, lo scontro militare tra Russi e Svedesi, in cui l’esercito svedese prevale sulle truppe nemiche, che allontana dal Paese. Durante gli anni seguenti, il monarca Carlo XII di Svezia concentra le missioni militari in favore della Polonia, dove segue l’onere della Sassonia della richiesta di un accordo di pace. Nel 1704, la salita sul trono di Polonia del nuovo Re Stanislao Leszczyński.

Dopo la tregua

Nel 1709, la Battaglia di Poltava, dove Carlo XII fugge nei territori imperiali ottomani, per trovare rifugio. A fronte di ciò, la nuova guerra contro gli Svedesi, nella coalizione di Sassonia, Danimarca, Russia, Elettorato di Hannover e Prussia. Da qui, la caduta del regnante polacco e la disgregazione dei possedimenti svedesi sulle coste del Mar Baltico.

Nel 1718, la scomparsa del sovrano Carlo XII, durante la missione militare in Norvegia e la richiesta di pace della Svezia, come fine guerra. Dalla Pace di Traventhal, dei trattati in cui la rinuncia per Stoccolma, ai propri possedimenti nell’area del Mar Baltico. Dopo diversi anni, dalla stipula dell’accordo di Traventhal tra le parti, la conclusione del potere svedese sull’area baltica, che lascia il posto all’egemonia russa.