Oxford sviluppa vaccino contro la malaria per la prima volta

0
194
Unviersità Oxford sviluppa vaccno per la prima volta

L’Università di Oxford ha sviluppato per la prima volta un vaccino contro la malaria. Il prodotto, studiato e creato nell’Università inglese, come certifica anche l’Organizzazione Mondiale della Sanità, ha una efficacia del 77%. Un risultato veramente sorprendente, visto che proprio l’OMS considera la malaria come una delle prime cause di morte nel continente africano.

Lo studio clinico che ha portato alla creazione del vaccino, chiamato R21 / Matrix-M, ha interessato 450 bambini del Burkina Faso dai 5 ai 17 mesi. Ora verranno effettuati nuovi studi clinici in larga scala, che interesseranno altre nazioni africane.

Vaccino malaria, quanto sono incoraggianti i risultati?

Tenendo presente la virulenza e la mortalità della malaria, questi risultati fanno ben sperare. La malaria in Africa è una delle principali cause di morte, l’OMS stima che provochi ogni anno la morte di 400.000 persone, di cui 270.000 bambini. Lo sviluppo di questo vaccino è incoraggiante anche per un altro motivo, forse quello più importante. È infatti il primo vaccino che è riuscito a soddisfare i criteri di sicurezza stabiliti dall’OMS a distanza di decenni dai primi tentativi.

La malaria infatti interessa l’uomo almeno da almeno 50.000 anni. Le prime testimonianze le troviamo in Cina nel 2700 a.c. La malattia ha poi varcato i confini asiatici interessando gran parte del pianeta, tra cui il continente africano, una delle aeree in cui la malaria viaggia liberamente. I parassiti che provocano la malaria si diffondono principalmente attraverso le zanzare, questo dettaglio fu a scoperto da un medico italiano, Giovanni Maria Lancisi, nella fine dell’Ottocento. I primi tentativi internazionali di sviluppare un medicamento contro la malattia ci furono invece soltanto nel 1925, in un congresso dell’allora Società delle Nazioni. Ma i primi veri e propri salti in avanti sono stati registrati solo negli ultimi anni.


El Salvador: OMS dichiara lo Stato malaria free

Commenti