Ouchhh trasforma l’Arco della Pace in data sculpture

Anche oggi il collettivo internazionale Ouchhh trasforma l’Arco della Pace di Milano in una scultura di luce

0
934
Ouchhh
"AI Dataportal_Arch of Light" a Milano

Reasoned Art porta il primo monumento al mondo nel Metaverso. Ancora per oggi, 1 gennaio 2022, il collettivo internazionale Ouchhh rivestirà l’Arco della Pace di Milano con un’innovativa data sculpture a 360°. Uno dei monumenti simbolo del capoluogo lombardo si trasforma così in un’opera d’arte immersiva. L’opera “AI Dataportal_Arch of Light” include un’esperienza VR unica nel suo genere e diventerà un NFT.


“Arco di trionfo avvolto”: il monumento cambia volto


Qual è il significato dell’opera realizzata da Ouchhh?

L’operazione nasce con l’intento di avvolgere l’Arco della Pace in un abbraccio di luce. Il messaggio è che l’innovazione non è nemica della tradizione, bensì una complice appassionata e fedele. L’installazione è realizzata in collaborazione con la Soprintendenza ABAP di Milano e il patrocinio dal Comune. Un progetto che rende l’Arco della Pace il primo monumento al mondo mai entrato nel Metaverso. L’iniziativa si svolge nel momento di passaggio tra il vecchio e il nuovo anno, quindi un periodo simbolico.

Ouchhh

Ouchhh è uno studio creativo multidisciplinare con base a Istanbul. Il collettivo è specializzato nella realizzazione di opere digitali che rivisitano elementi provenienti da arte, scienza e tecnologia. L’incontro tra realtà apparentemente diverse è possibile grazie alla multidisciplinarietà ed eterogeneità del collettivo. Attraverso l’utilizzo dell’intelligenza artificiale, crea progetti di arte pubblica che sono stati esposti nelle più grandi città del mondo. I suoi lavori sono a Tokyo, New York, LA, Abu Dhabi, Milano, Parigi, Melbourne, Shanghai, Pechino, San Paolo, Seoul. Ha ricevuto numerosi riconoscimenti e premi in ambito internazionale per progetti artech.

Un’installazione che racconta la storia d’Italia

Il progetto riveste l’Arco della Pace con un flusso di immagini generate da un sistema di intelligenza artificiale. “AI Dataportal_Arch of Light” racconta la storia del nostro Paese. Gli artisti hanno configurato un programma capace di reinterpretare e dare nuova vita a oltre 20.000 opere d’arte di 320 artisti. Si tratta infatti di una presentazione di svariati movimenti artistici, dall’arte bizantina all’arte contemporanea italiana. All’interno dell’opera sono inclusi i dati annuali della mappa del firmamento italiano raccolti dalla NASA. Ci sono anche le informazioni del nostro patrimonio letterario digitalizzato, appartenente a un arco temporale di oltre 1700 anni. L’installazione sarà visibile sabato 1 gennaio dalle 18 a mezzanotte. Ogni ciclo di immagini avrà la durata di 11 minuti, anticipata da 5 minuti di countdown.

NFT di “AI Dataportal_Arch of Light

L’opera sarà in seguito trasformata in NFT inserendosi in un progetto di valorizzazione del patrimonio culturale italiano. Il ricavato sarà infatti utilizzato per creare uno spazio educativo di riflessione e sperimentazione sui temi di arte digitale, scienza e tecnologia. Un’iniziativa che si inserisce nell’ambito di progetti europei esistenti quali S+T+ARTS e New European Bauhaus. Il programma è infatti pensato a beneficio di giovani artisti, curatori e appassionati d’arte a cui saranno destinate borse di studio. Il percorso formativo coinvolgerà i migliori professionisti del settore e sarà incentrato sulla preparazione degli studenti al lavoro. Giulio Bozzo, CEO & Founder di Reasoned Art commenta così l’evento. “Siamo orgogliosi di collaborare con Ouchhh Studio a un progetto rivoluzionario che unisce il patrimonio artistico italiano a un’opera d’arte digitale. Una connessione tra tradizione e innovazione”.

Immagine da cartella stampa.