Incontro sull’orso delle caverne al museo Carlo Conti

0
265
Orso delle caverne
Al museo Carlo Conti si conserva lo scheletro dell'orso delle caverne del Monte Fenera.

Al museo Carlo Conti di Borgosesia si parla dell’orso delle caverne. Il 18 aprile è in programma uno degli appuntamenti divulgativi proposti dall’organizzazione del centro di cultura valsesiano. Il professore dell’Università di Pavia Giuseppe Santi farà il punto sugli studi paleontologici relativi all’animale preistorico i cui resti sono stati rinvenuti in varie località italiane. L’inizio è alle 16 nei locali di via dei Combattenti, 5.

Il Monte Fenera ha restituito i resti dell’orso delle caverne che si estinse durante l’ultima glaciazione del Pleistocene. La specie scomparve perché cacciata dagli uomini, come testimoniano i segni di macellazione e le punte di freccia trovati sulle ossa. Un’altra ipotesi fa riferimento ai cambiamenti climatici avvenuti tra 100mila e 11mila anni fa. Il plantigrado preistorico si trovava all’interno di grotte e zone carsiche in cui si riparava e riproduceva.

Un docente dell’Università di Pavia descrive l’orso delle caverne del Monte Fenera e del Friuli

Il professor Santi ha studiato l’ursus spelaeus soprattutto nel bresciano dove ha analizzato i crani e le dentature dell’animale. Il confronto dei dati raccolti anche in altri contesti, le grotte di Pradis in Friuli, permette di ricostruire l’evoluzione della specie diventata vegeteriana e il contesto in cui si muoveva anche l’Uomo di Neanderthal. Gli scavi archeologici al Parco del Monte Fenera e le indagini speleologiche hanno fornito informazioni sul plantigrado, la sua taglia e le caratteristiche morfologiche dell’animale. Le ricerche hanno contribuito all’istituzione di musei di paleontologia in cui sono conservati i reperti.

Per Pasqua ci sarà un appuntamento per i più piccoli incentrato sul riconoscimento delle orme degli animali del Monte Fenera. Per le attività rivolte ai bambini è richiesta la prenotazione all’indirizzo e-mail: [email protected]. Il 16 maggio il docente del Liceo D’Adda, Tiziano Ziglioli, presenterà una lettura animata sul mito di Ercole.

Commenti