Ooblets: come si gioca al nuovo videogame in uscita anticipata

0
671
La prima versione di Ooblets è disponibile dal 15 luglio.

Ooblets è un nuovo videogame disponibile in Early Access (uscita anticipata) dal 15 luglio su Epic Games Store. La versione definitiva è comunque attesa per Personal Computer (anche tramite Steam) e Xbox One. Dunque, non bisogna sorprendersi se in questa prima proposta il gioco può sembrare a tratti troppo semplice o banale: probabilmente arriveranno degli aggiornamenti graduali che porteranno poi verso la pubblicazione finale e completa. Di primo acchito, questo titolo si propone un po’ come un sapiente mix dei più noti Pokémon, Animal Crossing e Harvest Moon.

La casa di produzione è Glumberland, piuttosto nuova e poco conosciuta nel settore videoludico. Ovviamente, per capire cos’è Ooblets e come si gioca, bisogna partire dai primi passi da effettuare quando si accede al videogame. La trama centrale prevede che ci si occupi di coltivare il proprio terreno all’interno di una cittadina che appartiene alla regione di Oob: qui è possibile anche collezionare delle creaturine fantastiche che ricordano un po’ i Pokémon o i Digimon, anche se in questo caso hanno le fattezze di piccole piante o di animaletti alquanto originali.

Cos’è e come si gioca a Ooblets.

L’aspetto che caratterizza maggiormente questo nuovo videogioco è quello relativo alle sfide che si possono effettuare con altri abitanti della cittadina che posseggono altre creature viventi. A differenza di altri giochi, infatti, non si tratta di veri e propri combattimenti «all’ultimo sangue», ma di confronti a passo di danza che si possono gestire tramite alcune carte speciali.

Ooblets: i combattimenti «danzanti»

Gli incontri tra proprietari di creaturine fantastiche rappresentano un po’ il fulcro del gameplay di Ooblets. Dopo aver avviato il gioco, si riceve subito un piccolo personaggio da addestrare, e in questa prima edizione si può scegliere tra un funghetto, un robot, una sorta di scarabeo con corazza e un altro protagonista le cui fattezze sono difficili da individuare. Ad ogni modo, l’obiettivo è quello di conquistare e coltivare i vari personaggi nel corso della propria partita.

Le sfide danzanti di Ooblets.

Quando parte il confronto, non si deve scegliere (come in altri titoli) un determinato Ooblet da lanciare in una battaglia cruenta. In questa circostanza, infatti, le creaturine si sfidano a colpi di passi di danza alla presenza di un pubblico interessato e divertito. Il giocatore è dotato di un determinato numero di carte (che cambia a seconda dei Beat), e ogni volta che arriva il suo turno deve calare la migliore per far sì che il punteggio possa salire e arrivare fino a quota 20, quella che permette di battere l’avversario di turno.

Le card concedono varie opportunità: assicurarsi più turni di gioco, guadagnare o sottrarre punti preziosi allo sfidante, e ce ne sono anche alcune che sono legate alle caratteristiche speciali del proprio Ooblet. Andando avanti nel gioco, è possibile potenziare i vari personaggi che, così, aumentando il livello delle battaglie di danza, saranno dotati di mosse e specialità segrete più dettagliate per vincere i confronti.

La vita nella fattoria e nella cittadina del videogame

Ooblets non è fatto soltanto degli scontri danzanti. Infatti c’è anche da portare avanti una vita all’interno della propria fattoria e della cittadina in cui si risiede. La coltivazione, ad esempio, è molto importante perché permette di far crescere nuovi vegetali viventi da addestrare e sviluppare. Non a caso, al termine di ogni incontro, si riceve un seme dall’avversario: questo se coltivato e cresciuto con cura, porterà alla nascita di un’altra creatura vivente.

The Sims 4 diventa ecologista

L’attività nei campi comporta uno spreco di energie, la cui barra è visibile sullo schermo in alto a destra insieme all’ora che però non corrisponde a quella reale. Quando le forze stanno per terminare, è necessario concedere al proprio protagonista qualche ora di sonno o un piccolo pasto tramite una barretta energetica. Questa situazione comporta una limitazione della libertà di movimento, perché dopo un po’ si è costretti a fermarsi per far sì che la linea dell’energia si ricarichi per poter andare avanti nella partita.

Passando alla città, c’è da dire che in questa prima versione è alquanto semplicistica e priva di grossi spunti di gioco. Ad ogni modo, è comunque utile conoscere i propri concittadini, soprattutto quelli che hanno bisogno di aiuto: una volta accettata e portata a termine una missione, è possibile usufruire di bonus e piccoli vantaggi.

Ooblets: le missioni in città.

In questa fase è ancora presto per dare un giudizio definitivo su Ooblets. Il videogame trae certamente ispirazione da altri titoli più famosi e di successo, ma ciò non vuol dire che sia una copia, anzi, la modalità delle sfide di danza è uno dei passaggi più originali del prodotto targato Glumberland. Delude per adesso soprattutto la dinamica della vita cittadina che risulta alquanto semplicistica nelle sue missioni, così come la scarsa varietà degli Ooblet da collezionare. Nonostante ciò, è probabile che coi prossimi aggiornamenti e soprattutto con la versione definitiva, questi aspetti possano essere migliorati, e solo a quel punto si potrà dare una valutazione più completa del gioco.