Omofoba ad Anzio: pestato 22enne mentre passeggia con il fidanzato

0
367
Omofoba ad Anzio

Aggressione omofoba ad Anzio, 22enne preso a pugni mentre passeggia insieme al fidanzato

Aggressione omofoba sul lungomare di Anzio, dove un ragazzo di 22 anni è stato preso a pugni mentre passeggiava in compagnia del suo fidanzato. Il ragazzo ferito è stato trasportato in ospedale, ma fortunatamente le sue condizioni non sono gravi. Il 22enne è stato dimesso con una prognosi di dieci giorno.

Un ragazzo di 22 anni stava passeggiando sul lungomare di Anzio insieme al suo fidanzato, quando è stato aggredito nella notte di Ferragosto da un coetaneo. Stando a quanto si apprende, si trovava davanti a uno stabilimento, quando è stato colpito al volto con un pugno. I poliziotti che si stanno occupando della vicenda ipotizzano un’aggressione omofoba.

L’aggressore, un 23enne romano, è stato identificato dagli agenti, che praticamente hanno assistito a tutta la scena e sono intervenuti immediatamente. Il ragazzo ferito è stato trasportato in ospedale, ma fortunatamente le sue condizioni non sono gravi. Il 22enne è stato dimesso con una prognosi di dieci giorno.

Episodio di Omofobia a Capo Miseno cacciate dalla spiaggia perché lesbiche

Omofobia a Roma, picchiato alla stazione della metro (Video)

Suicida a 18 anni: trovato messaggi sui social “Morte ai gay”

Sempre ad Anzio i carabinieri della compagnia del posto, insieme ai colleghi del Nas, hanno ispezionato decine di attività commerciali della zona. I militari hanno rilevato irregolarità sulla tracciabilità degli alimenti, condizioni igienico sanitarie carenti e cinquanta chili di pesce e carne mal conservati per quanto riguarda una pizzeria. In un altro caso il gestore di un pub è stato denunciato a piede libero per aver fatto lavorare un barista in nero. Oltre a una multa di 5.600 euro è stata disposta la sospensione dell’attività.

Sempre ad Anzio, infine, i poliziotti hanno chiuso un pub in Riviera Mallozzi. Il locale dovrà restare chiuso di notte, dalle 21 alle 6 del mattino, poiché in quelle ore si trasformava praticamente in una discoteca abusiva. Ulteriori controlli sono stati effettuati durante il concerto di Manu Chao, che si è svolto ieri sera ad Anzio nell’ambito della rassegna “Le Notti delle Stelle” allo Stadio del Baseball.