Omicidio nella notte di Natale: ucciso geometra 38enne

0
269
Omicidio nella notte

Omicidio nella notte di Natale: ucciso geometra 38enne interrogatorio di garanzia per 37enne fermato

Omicidio nella notte di Natale: Il trentasettenne fermato durante la notte per l’accoltellamento del coetaneo in via Giambattista Vico sarà ascoltato alla presenza del suo avvocato difensore in relazione ai fatti accaduti. L’uomo è stato trattenuto tutta la notte nella caserma dei carabinieri di via Mazzini. Acquisita anche la testimonianza di un altro giovane che sarebbe intervenuto per difendere la vittima, rimasto ferito a una mano nel corso della lite degenerata.

È rinchiuso negli uffici della caserma dei Carabinieri di Campobasso da almeno 10 ore. Il presunto omicida di Cristian Micatrotta, secondo quanto si aprende da fonti giudiziarie, piange da ore e sarebbe disperato. Non appena ha saputo di aver ucciso il geometra trentottenne di Campobasso che aveva incontrato ieri sera davanti al distributore di sigarette lungo via Giambattista Vico si è lasciato andare a una reazione di incredulità e disperazione.

Termoli (Campobasso) – Arrestato pregiudicato per minacce e atti osceni e evasioni

Termoli (Campobasso) – Traghetto diretto verso Isole Tremiti finisce sugli scogli (VIDEO)

Ricordato in aeroporto a Fiumicino il sacrificio del finanziere Antonio Zara

Nelle prossime ore sarà ascoltato direttamente dal giudice per le indagini preliminari che potrebbe, a quel punto, ratificare l’eventuale misura cautelare in carcere con l’accusa di omicidio. Interrogatorio che avverrà alla presenza del legale di fiducia del giovane indagato, l’avvocato Mariano Prencipe. Diversi i quesiti: il movente innanzitutto e perché l’indagato aveva con sè un coltello.

I carabinieri stanno ricostruendo le ultime ore di vita del deceduto e quelle del presunto colpevole per capire se tra i due ci fossero vecchie ruggini che hanno portato allo scontro prima verbale e poi alla morte di Cristian Micatrotta.