Ti va di venire alla festa della Lavanda al “Lavandeto di Assisi”?

La passione per i PROFUMI e le ESSENZE è come quella per i libri,  non c’è un motivo razionale per cui si continua a scoprirne di nuovi, comprarli e ad accumularli, anche se non si sono letti tutti, ma non c’è antidoto che possa “salvare” una mente incuriosita.

Avrei accettato immediatamente se impegni di lavoro non mi avessero impedito di farlo, e questo, com’è facilmente immaginabile, non ha fatto altro che,  accrescere la mia curiosità ed il desiderio di fare una “full immersion” di lavanda e di vedere i CAMPI IN FIORE.

La lavanda foto di Matteo Cesari

Quando, dopo circa 20 giorni, ho chiamato per prenotare la mia visita, LORENA, suo malgrado, ha dovuto deludere il mio entusiasmo.

Dopo aver ascoltato il motivo della mia chiamata, mi ha risposto, con tono quasi dispiaciuto, che LA LAVANDA ERA GIA’ STATA RACCOLTA ma, ha aggiunto che le avrebbe farebbe piacere conoscermi per raccontarmi di un’altra parte importante della sua attività, quella dedicata ai GIARDINI ACQUATICI.

Giardini acquatici?

– Si! Ninfee, fior di loto, hibiscus d’acqua, e molti altri, sono in fiore e se ti va posso mostrarti i nostri giardini!

“I fiori acquatici sono ben lungi da essere l’intero spettacolo, in realtà sono solo il suo accompagnamento. L’elemento base è lo specchio d’acqua il cui aspetto muta ogni istante per come brandelli di cielo vi si riflettono conferendogli vita e movimento.”

Claude Monet

Lorena è la proprietaria del Lavandeto assieme al marito. 

Una storia personale fatta di CORAGGIO, PASSIONE E SPERIMENTAZIONE che merita di essere raccontata direttamente da lei, mi accoglie e come se ci conoscessimo da una vita mi parla della sua attività.

Mi guida alla scoperta dei campi. Mi insegna a riconoscere dai cespugli le differenti SPECIE DI LAVANDA, mi mostra il ROSETO dove sono in corso i test per scoprire quali rose hanno il più basso impatto ambientale, ed una collezione di oltre 70 TIPOLOGIE DIFFERENTI DI SALVIA. La SALVIA è un’altra specializzazione e per questo ad OTTOBRE è previsto un evento interamente dedicato A LEI. Tutto questo mentre nello sfondo la Basilica di San Francesco, ci osserva e RECLAMA la sua meritata attenzione.

Lavanda e Basilica di San Francesco
Foto di @loryp60

Un ombrellone verde acido, aperto, OMBREGGIA una panchina in legno, questa dev’essere la segnaletica che avverte che siamo in prossimità del giardino d’acqua. 

Mi avvicino, e rimango senza parole. Non potevo immaginare tutta questa armonia!

Ora capisco perché alcune delle PIANTE di questo giardino d’acqua sono CONSIDERATE SACRE in molte religioni del mondo.

OGNI FIORE E’ LE SUE SFUMATURE, le sfumature del CIELO e delle sue NUVOLE, le sfumature disegnate dalle FARFALLE e dalle LIBELLULE che creano della ombre rapide sui petali, degli altri fiori e PIANTE che lo circondano e le sfumature dell’acqua che è mossa da PESCI, RANE e oggi anche da una strana farfalla, che incredibilmente  ha deciso di SMETTERE DI VOLARE e di gettarsi in acqua causando un grande scompiglio fra i pesci. 

QUESTA CONTINUA METAMORFOSI, il cambio continuo della scena pur con gli stessi attori, rende ogni istante di vita del giardino completante differente da quello precedente. E’ IMPOSSIBILE ALLONTANARSI da questo Paradiso, fortunatamente Lorena deve essere esperta nel trattare persone ipnotizzate e mi distrae dicendomi che,  a pochi metri,  c’è un altro giardino d’acqua – il primo che è stato realizzato. 

Ci sono altre cose da scoprire!

Non so quanto tempo restiamo all’ombra del salice a guardare il giardino. 

Il tempo qui assume una dimensione strana. 

Mi descrive ogni specie di fiore, mi spiega come si può avere  un giardino d’acqua A CASA PROPRIA, anche in un BALCONE può sopravvivere durante l’inverno, mi racconta degli EVENTI che vengono organizzati e del suo progetto di creare una LINEA DI PRODOTTI COSMETICI ispirata ai suoi fiori. 

La purezza del fior di loto

UNA LINEA DI PRODOTTI ISPIRATI A QUESTO LUOGO. Mi pare un’idea meravigliosa!  Lorena non spreca una parola. 

Tutto ciò che mi racconta mi attrae ed incuriosisce, ma questa IDEA DI CREARE UNA LINEA COSMETICA,  è il corto circuito definitivo per la mia mente!

Estratti di Lavanda e di ninfea assieme sarebbero un abbinamento meraviglioso per migliorare la bellezza della pelle, SOPRATUTTO DI QUELLE PIU’ REATTIVE.

Rifletto, non mi viene in mente una linea completa che abbini le proprietà della lavanda e fiori acquatici.

Sento e mi auguro che sarà un successo!

Gli estratti della lavanda sono molto utilizzati in estetica ed in erboristeria. 

Le sue proprietà CALMANTI E ANTI-INFIAMMATORIE, la rendono molto apprezzata da SOLA o in SINERGIA con altri attivi, anche se in realtà la sua peculiarità è quella di essere PROFONDAMENTE EQUILIBRANTE. 

In grado di stimolare o calmare a seconda della necessità e del momento, non solo la pelle, ma anche la psiche. 

Un esempio di un prodotto erboristico/estetico di ottima qualità è  la POMATA Lavanda EXTRA  dell’Erboristeria Magentina – un “must have” dei cultori dei prodotti VEGANI.

Mentre, chi è alla ricerca di prodotti ad USO QUOTIDIANO, può provare la linea BODY RENEW di Pevonia alla Lavanda e Gelsomino.

La linea prevede la possibilità di fare trattamenti professionali ma anche di utilizzare a casi i 3 prodotti domiciliari che sono molto pratici anche per chi viaggia. 

L’esfoliante salino il gel doccia e crema corpo di questa linea, si distinguono oltre che per l’efficacia nutriente e rigenerate anche per  non contenere parabeni, paraffina e sodium laureth solfato. 

Più difficile è trovare prodotti che contengono fiori acquatici,  ad eccezione della Ninfea.

Questo fiore meraviglioso, conosciuto anche con il nome di  “GIGLIO BIANCO D’ACQUA“, è utilizzato nei prodotti cosmetici, per la sua spiccata azione IDRATANTE ED ANTI-ETA’.

In particolare, le ninfee sono ricche di TANNINI E GLUCOSIDI, hanno un’azione IDRATANTE e CALMANTE/RESTITUTIVA, e questo le rende molto apprezzate  per la loro azione PREVENTIVA E RIPARATRICE, nei confronti dei danni causati  da eccessive ESPOSIZIONI SOLARI.

AFTER SUN SOOTHING con Ninfea, Tè verde e prolina

Se vuoi maggiori informazioni sulla corretta esposizione al sole leggi l’articolo: PROTEZIONE SOLARE.CHI SI DISTRAE RISCHIA LA PELLE.

Last but not least! 

Si parla sempre più spesso di MINDFULNESS, dei benefici e dell’importanza della meditazione sul BENESSERE e quindi anche sulla BELLEZZA. 

Di fronte ad un giardino d’acqua, nulla è più semplice che spengere la mente e lasciarsi cullare da colori suoni e sensazioni che la natura concentra in un piccolo spazio. 

Se non ti fidi, chiedi a Monet! 

P.S:

Se ti piace l’idea di realizzare il tuo piccolo giardino acquatico, e vuoi sapere di più, Lorena ti offre la possibilità di una CONSULENZA GRATUITA, e se ti trovi nelle vicinanze di Assisi, ti suggerisco di aggiungere al tuoi itinerario una visita ai GIARDINI, sono sicura che l’esperienza ripagherà alla grande il tempo dedicato.

P.P.S.:

Tra gli oggetti più belli che ho visto, ho scelto di non resistere ad un CUSCINO DI SEMI DI LAVANDA con l’immagine di SANTA CHIARA.

Lorena mi ha detto che l’uso dei sacchetti di lavanda era già in uso ai tempi di questa SANTA, che visse accanto a San Francesco e come lui invoco il Papà affinché le riconoscesse il PRIVILEGIO DELLA POVERTA’.

Mi spiace non aver trovato testimonianzi in proposito, né fra gli scritti, né nella sua corrispondenza con la Principessa Agnese di Praga.

I CUSCINI DI LAVANDA DI SANTA CHIARA

Quello che invece ho scoperto, dell’uso tradizionale di questi sacchetti è che, se vengono riscaldati e posti nelle camere da letto, a ALLONTANANO le MALATTIE, gli INSETTI, FAVORISCONO il SONNO e tanti SOGNI PREMONITORI. 

Leggendo di Santa Chiara, mi sono imbattuta in una frase di San Francesco che mi ha molto colpita.

Un invito a dimostrare con i fatti prima che con le parole, ed un monito a ricordarci che quello che diciamo non conta nulla se non supportato dai comportamenti. La userò anche nei prossimi corsi, nel frattempo, oggi, è il mio saluto.

Predicate il Vangelo, e se è proprio necessario usate anche le parole.

San Francesco d’Assisi – Patrono d’Italia.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here