Olio Jojoba: la soluzione perfetta per l’acne

0
174

Quando abbiamo l’acne spesso si provano tutti i prodotti ultra abrasivi e aggressivi che incontriamo per cercare lenirla. Questo però significa sbilanciare la nostra pelle e renderla sensibile a tutto il resto. C’è un modo per calmare questa spirale infernale? Olio di jojoba che curerebbe la pelle aiutandola a purificarsi e a respirare correttamente. Vi sveleremo dei buoni consigli su come avere una pelle lucida e pulita.


Olio d’oliva: un valido rimedio contro la stitichezza?


Olio Jojoba: le sue proprietà sono molteplici

Prima di tutto, un po’ di scienza. L’olio di jojoba in realtà ha solo l’olio di nome. La sua consistenza infatti è più vicina alla cera liquida che all’olio, il che la rende meno grassa e quindi più accettabile per la pelle. Secondo Marisa Garshick Dermatologa certificata di New York intervistata da Allure aiuta “a idratare la superficie della pelle senza ostruire i pori”. Ma come è possibile? Semplicemente perché la sua composizione è vicina a quella del sebo. 

Perché si forma l’acne?

Per capire perché questo è rilevante dobbiamo tornare alle basi: l’acne può derivare da vari problemi. Può essere la conseguenza di un problema ormonale, un fattore ereditario ma può anche derivare da uno squilibrio cutaneo dovuto all’utilizzo di prodotti non adatti al proprio tipo di pelle. Essiccando costantemente la barriera idrolipidica, finisce per non proteggere più l’epidermide dall’attacco e quest’ultima diventa quindi permeabile all’invasione batterica: che crea i brufoli. Non necessariamente una colonia eh, ma imperfezioni qua e là che vorremmo veder scomparire.

Blocca definitivamente l’acne

Per combattere questi problemi di acne l’olio di jojoba è l’ideale: “aiuta a idratare la superficie della pelle allo stesso modo del sebo naturale, senza ostruire i pori” spiega Marisa Garshick. Da parte sua, Michele Farber, un altro Dermatologo intervistato da Allure assicura che l’uso dell’olio di Jojoba può “aiutare l’acne normalizzando la produzione di olio della pelle mentre diffonde proprietà antinfiammatorie”. L’obiettivo? Quello di ricostruire il film idrolipidico abusato in modo che l’epidermide sia nuovamente protetta dal sebo e che la barriera cutanea sia meno debole contro gli attacchi batterici. 

Chi deve usare l’olio di Jojoba?

Anche se l’olio di jojoba è particolarmente ben tollerato, è riservato alle persone con pelle normale, secca, mista o disidratata. Le pelli sensibili invece dovrebbero usarlo con cautela per evitare reazioni allergiche, secondo i due specialisti: “È sempre una buona idea usare l’olio di jojoba prima di usarlo ovunque, soprattutto per le persone con pelle molto sensibile o soggetta a eruzioni cutanee”. Sempre secondo gli esperti la pelle grassa o tendente all’acne cistica è invece ghiotta di un altro ingrediente fondamentale della cosmetica moderna: l’acido salicilico. L’olio di jojoba rimane un elemento troppo grasso per loro. È quindi da evitare secondo Farber: “In generale, per l’acne cistica, l’acido salicilico che è un acido solubile in olio è noto per aiutare a liberare i pori e ridurre la produzione di sebo, proprio come l’uso dei retinoidi topici”.

Come usare correttamente l’olio di Jojoba?

Come tutti gli oli per la cura della pelle è consigliabile utilizzare l’olio di jojoba dopo la crema idratante per bloccare l’umidità nel tessuto cutaneo. Non dovete applicarlo giorno e notte. Basteranno poche piccole gocce scaldate sui palmi delle mani e apposte picchiettando sul viso la sera prima di coricarsi per ricostruire la vostra barriera idrolipidica. Un ottimo modo per calmare l’infiammazione e impedire ai batteri di penetrare nei pori.

Sito Uniest: https://uniest.it/prodotto/olio-benessere/