Olimpiadi Pechino: legislatori USA chiedono di difendere gli atleti

Il governo americano è preoccupato di possibili ritorsioni da parte del governo cinese se gli atleti dovessero denunciare la violazione dei diritti umani di Pechino

0
315
Olimpiadi Pechino: legislatori USA chiedono di difendere gli atleti

Nuovo botta e risposta tra Washington e Pechino sulle Olimpiadi invernali. I legislatori statunitensi chiedono ai funzionari olimpici di difendere gli atleti da possibili ritorsioni da parte del governo cinese.

Olimpiadi Pechino: cosa chiedono i legislatori USA?

Continuano le tensioni tra Washington e Pechino sulle Olimpiadi invernali, dando sempre più l’idea che i Giochi olimpici stiano assumendo una dimensione politica. I legislatori hanno esortato i funzionari olimpici statunitensi a prepararsi a difendere gli atleti americani da possibili ritorsioni del governo cinese se dovessero scegliere di denunciare le violazioni dei diritti della Cina durante le Olimpiadi invernali di Pechino. I legislatori chiedono al Comitato Olimpico e Paralimpico degli Stati Uniti (USOPC) di “raddoppiare gli sforzi” per impegnarsi con il Comitato olimpico internazionale (CIO), gli altri comitati olimpici nazionali e il Dipartimento di Stato americano per garantire che siano messi in atto piani e procedure per proteggere gli atleti in caso di punizione per la libertà di espressione.

L’Occidente è preoccupato delle possibili azioni del governo cinese

Le nuove preoccupazioni di Washington giungono dopo che un funzionario cinese ha affermato che qualsiasi comportamento contro lo spirito olimpico e “soprattutto contro le leggi e i regolamenti cinesi” sarà punito. Diversi paesi Occidentali sono preoccupati che il governo cinese possa “sorvegliare i propri atleti come il governo fa con la sua popolazione”. Tali Paesi hanno quindi suggerito alle loro delegazioni di non portare i propri telefoni cellulari alle Olimpiadi. I gruppi per i diritti umani hanno a lungo criticato il CIO per aver assegnato i Giochi alla Cina. Questi gruppi condannano il trattamento riservato agli uiguri e ad altri gruppi di minoranze musulmane in Cina, che gli USA hanno ritenuto essere un genocidio.


Leggi anche: Cina avvisa gli USA: basta interferire nelle Olimpiadi

Media cinesi: USA pagano gli atleti per “sabotare” le Olimpiadi