Olginate (Lecco) – Agguato nel lecchese: ferito gravemente 47enne originario di Belcastro (CZ)

0
248

Scena da far west nelle strade di Olginate, in provincia di Lecco, dove un uomo di 47 anni è stato raggiunto da tre colpi di pistola ed è stato soccorso in condizioni gravissime.

I carabinieri indagano per ricostruire l’accaduto e rintracciare l’aggressore, che è fuggito dopo avere esploso i colpi. L’ipotesi è che si tratti di un regolamento di conti.

Sparatoria a Olginate: gravissimo un 47enne

La sparatoria si è verificata attorno alle 13.40 di oggi, domenica 13 settembre. Sul posto, in via Albegno nella frazione di Santa Maria, sono arrivate un’ambulanza e un’auto medica in codice rosso, oltre a carabinieri e vigili del fuoco che hanno chiuso la strada di accesso.

Secondo quanto riportato da Areu (Azienda regionale emergenza e urgenza), l’equipe del 118 ha prestato i soccorsi all’uomo, che è stato rianimato sul posto e trasportato all’ospedale di Lecco in condizioni disperate. Poche al momento le informazioni disponibili.

Ipotesi regolamento di conti, ferito anche il fratello

L’uomo rimasto ferito è S.D.F., originario di Belcastro (Catanzaro), da anni residente nel Lecchese. Anche il fratello sarebbe rimasto ferito, in modo meno grave. Avrebbe trovato rifugio in un’abitazione nella vicina via al Crotto. In seguito è stato trasportato a sua volta all’ospedale Manzoni e sarebbe già stato sentito dagli inquirenti.

Al momento l’ipotesi al vaglio è quella di un regolamento di conti. Nella notte infatti era già avvenuta un’aggressione nella stessa zona. Un 25enne era rimasto ferito in una rissa poco dopo mezzanotte a Olginate, riportando un trauma cranico. I carabinieri di Merate e Lecco stanno ricostruendo la dinamica dei due episodi e verificando se ci sia un


    Nella sparatoria è rimasto ferito in modo lieve anche il fratello del 47enne, originario di Belcastro (Catanzaro) anche se da anni residente nel paese. Lui è riuscito a trovare rifugio in un’abitazione di via Albegno, è stato soccorso dai medici e trasportato per le cure anche lui all’ospedale Manzoni ed è già sentito dagli inquirenti.


    Intanto prosegue la caccia alla persone che ha sparato almeno tre colpi di pistola ai due fratelli all’ora di pranzo e che è fuggito.L’ipotesi è quella di un regolamento di conti.

Commenti