Olena Zelenska su Vogue: le critiche (ridicole) rivolte alla moglie del presidente ucraino

0
607
Olena Zelenska su Vogue

Olena Zelenska, la moglie del presidente ucraino, è apparsa sulla copertina di Vogue. Dopo la pubblicazione, sono scoppiate numerose critiche contro la First lady ucraina. Ma chi critica ha letto l’articolo, o si è limitato a guardare le foto di copertina?

Olena Zelenska su Vogue: scoppiano le critiche

Olena Zelenka, la moglie del presidente ucraino, è apparsa sulla copertina di Vogue. Zelenska è ritratta seduta nel palazzo presidenziale, in pantaloni neri e camicia bianca, e il titolo recita: “Il volto del coraggio”. In altri scatti si vede ancora la First lady ucraina fra le macerie del Paese e in compagnia dei soldati di Kyiv. Poi in posa con il marito. Lui indossa la maglietta verde militare, come nei video in cui racconta la guerra. Nell’articolo Zelenska parla dell’impatto della guerra sulla sua famiglia, delle sue attività da First lady e di come lei e suo marito si sono conosciuti.

In tempi “normali”, un articolo di questo tipo sarebbe passato inosservato. Ma la devastante guerra che sta devastando l’Ucraina ha attirato numerose critiche contro la decisione di Zelenska. Il fatto che la moglie del presidente ucraino abbia concesso una lunga intervista a una rivista di moda è stato giudicato da molti inopportuna e una strategia comunicativa discutibile. Sui social numerosi utenti hanno attaccato Zelensky e sua moglie con dure parole. Le critiche più feroci sono giunte dalla destra. In Italia, ad esempio, Mario Giordano ha scritto su La Verità: “E se il paese soffre perché non realizzare un bel servizio fotografico per Vogue? […] bombe, morti, feriti e fashion week“. Negli USA la deputata repubblicana Lauren Boebret, conosciuta per le sue posizioni estremiste, ha twittato un’immagine della coppia presidenziale ucraina con un messaggio feroce: “Mentre inviamo all’Ucraina 60 miliardi di dollari in aiuti, Zelensky sta facendo servizi fotografici per Vogue Magazine. Queste persone pensano che non siamo altro che un mucchio di idioti”.

L’Ucraina non è più il primo pensiero nel mondo

Ormai siamo in un mondo dove tutti commentano tutt,i senza pensare. Ma forse la coppia presidenziale ucraina ha fatto questa scelta per riaccendere i riflettori sull’Ucraina, che negli ultimi tempi sembrano essersi spenti. Quando è iniziata la guerra, l’Occidente, con a capo gli USA, ha promesso agli ucraini un sostegno incrollabile. Ma nelle ultime settimane, l’Ucraina è uscita dall’agenda delle notizie e dei social media. Dopo aver chiesto a Biden di fare di più per l’Ucraina a marzo, diversi senatori statunitensi hanno votato contro un pacchetto umanitario da 40 miliardi di dollari per il paese assediato. Il disegno di legge alla fine è stato approvato, ma la mancanza di decisione unanime è stata vista come un sintomo del calo del sostegno. Zelensky conosce il potere di un successo mediatico tempestivo e forse ha pensato che mantenere il suo paese sotto i riflettori dei media internazionali è vitale per i loro sforzi bellici. Solo la Russia trae vantaggio quando l’Ucraina sfugge alle nostre menti.

Ma i critici hanno letto l’articolo?

E soprattutto, tutti coloro che hanno commentato hanno letto l’articolo? Nel servizio, Olena Zelesnka si rivolge ai cittadini e afferma: “Non abbiamo dubbi sulla nostra vittoria. Non vediamo l’ora di vincere. E questo è ciò che ci fa andare avanti”. Racconta anche di essersi recentemente recata a Washington, dove ha incontrato il presidente Biden, la First Lady Jill e il segretario di Stato Antony Blinken. Racconta della sua esperienza al Congresso americano. Ma di questo nessuno parla. In rete si commentano solo le foto.


Leggi anche: Zelensky vuole recuperare le terre conquistate dalla Russia