Olanda: sventato attacco terroristico di grandi proporzioni con cinture esplosive e fucili d’assalto AK-47

 

Dalle prime dichiarazioni emerge che gli uomini stavano cercando di procurarsi AK47, bombe a mano e materiali esplosivi per portare a termine l’attacco terroristico.

Gli arresti sono avvenuti nella città centrale di Arnhem e nella municipalità meridionale di Weert ieri pomeriggio dalle squadre antiterrorismo (DSI).

Il capo del gruppo, 34enne di origini irachene, era già noto alle forze dell’ordine poichè condannato nel 2017 per avere tentato un viaggio verso la Siria allo scopo di unirsi all’Isis.

L’Intelligence ha informato le forze dell’ordine ad aprile 2018, comunicando che il principale sospettato preparava un attacco ad un grande evento in Olanda dove ci sarebbero state molte vittime.

I PM ipotizzano attacchi gemelli, ma ancora non sono note le dinamiche e neanche l’evento da colpire.

Gli attentatori erano alla ricerca di AK47, bombe a mano, giubbotti esplosivi e materie prime per diverse bombe auto; al momento dell’arresto erano in possesso di cinque piccole pistole.

Il coordinatore nazionale per l’antiterrorismo e la sicurezza (NCTV) ha dichiarato ai media che il rischio di “attacco terroristico” al paese è reale. I sospettati dell’attacco saranno nel Tribunale di Rotterdam oggi, dopo un unico colloquio con i loro avvocati.

Il livello di minaccia nei Paesi Bassi è attualmente fissato a quattro su un massimo di cinque.

 

 

 

 

 

 

 

Condividi e seguici nei social

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here