Oggi nasceva Isaac Asimov

0
469

Oggi, 2 gennaio, nasceva Isaac Asimov, scrittore e biochimico sovietico naturalizzato statunitense. Conosciuto per i numerosi romanzi e racconti di fantascienza, pubblicò anche diversi volumi di divulgazione scientifica. Molte sue opere sono state trasposte sul grande schermo.

Asimov nasce nel 1920 in un piccolo villaggio dell’Unione Sovietica. Tre anni dopo, gli Asimov si trasferiscono in un quartiere di Brooklyn. La passione di Isaac per la fantascienza divampa quando suo padre Judah gli mostra alcune delle riviste che leggeva abitualmente.

Frequenta la Columbia University, dapprima scegliendo zoologia, poi cambiando indirizzo, e nel 1934 si laurea in chimica. Durante gli anni universitari scrive diversi racconti, che si aggiungono a quelli già buttati giù all’epoca delle superiori.

Nel 1939 un suo racconto, Naufragio al largo di Vesta, finisce sulla rivista Amazing Stories. Ma il racconto che apre ad Asimov le porte del successo editoriale è Robbie. Fino a quel momento, i racconti di fantascienza inquadrano i robot come macchine mortali votate alla distruzione della razza umana. Asimov decide di invertire questa tendenza. L’idea si rivelerà azzeccata.

Nel 1942, con la seconda guerra mondiale in atto, lo arruolano come chimico presso il Naval Air Experimental Station di Filadelfia. Con lui c’è anche lo scrittore Robert A. Heinlein. Nel 1945 presta servizio come soldato semplice. Lo inviano prima a Camp Lee e poi a Honolulu. Deve partecipare al primo esperimento atomico del dopoguerra, ma viene rimandato a casa poco prima.

Dopo il congedo torna all’università e nel 1948 consegue il dottorato in biochimica. Inizia a lavorare, compiendo ricerche su nuovi farmaci per la cura della malaria e coltivando le collaborazioni con le riviste fantascientifiche.

Nel 1950 pubblica il suo primo romanzo, Paria dei cieli. Tempo dopo esce la raccolta Io, robot e il suo primo libro di saggistica, scritto con due colleghi.

Tra il 1951 e il 1953 escono Il tiranno dei mondi, Le correnti dello spazio, Abissi d’acciaio e la Trilogia della Fondazione. Nel 1952 scrive Lucky Starr, il vagabondo dello spazio, prima opera della serie su Lucky Starr, pubblicata con lo pseudonimo di Paul French.

Tra il 1955 e il 1957 vedono la luce La fine dell’eternità e Il sole nudo. Nel 1958 esce Lucky Starr e gli anelli di Saturno, che chiude il ciclo. Dopo quest’ultimo romanzo, Asimov si concentra su testi divulgativi riguardanti la chimica, la fisica e l’astrologia. Nello stesso anno vince il Premio Hugo per la Trilogia della Fondazione.

Leggi i libri di ASIMOV gratis

Gli anni ’80 si rivelano proficui. Ѐ in questo periodo che Asimov scrive quei racconti che andranno a formare il Ciclo dei Robot.

Asimov muore nel ’92, a seguito di un attacco cardiaco. La sua importanza nella letteratura fantascientifica è indubitabile. Fu il primo a parlare di intelligenza artificiale, e anticipò molti temi divenuti oggi di largo consumo in film e romanzi. L’acclamato consenso che riscosse lo scrittore è da ricercare nello stile scarno e nei contenuti divulgativi didattici che utilizzava. La semplicità è la chiave della comprensione. Asimov ne era convinto.

E il tempo gli ha dato ragione.

Commenti