Oggi meteo ideale per nubifragi e bombe d’acqua

0
255
Oggi meteo ideale

Grandi piogge in tempi brevi possono causare nubifragi. I nubifragi e bombe d’acqua: oggi meteo ideale

Con il transito della forte perturbazione prevista in transito quest’oggi si potrebbero oggi meteo ideale avere anche locali nubifragi. Lo si evince soprattutto dalla previsione di grandi precipitazioni su ampi territori, inoltre anche dal periodo dell’anno che ha già visto i primi tepori che favoriscono i contrasti termici. Non è insolito che nel mese di maggio si verificano i primi forti nubifragi su parte del Nord Italia.

Tuttavia, a maggio i contrasti termici sono soliti causare grandinate importanti, che a differenza di quelle che avvengono più avanti nella stagione, risultano con chicchi di grandine meno grossi, ma che cadono in gran quantità, imbiancando il paesaggio. Qualche giorno fa una grandinata devastante ha interessato vaste aree dell’Algeria, vi abbiamo anche mostrato il video. Nella giornata di ieri, ingenti gradinate si sono verificate tra la Spagna e la Francia, segnando un cambiamento delle condizioni meteorologiche piuttosto repentino.

Brutto e insolito nocciolo d’aria fredda vangate in Europa

Ondata di calore dall’Africa: troppo caldo per fine Maggio

Temporali e grandine da Lunedi: e non sono esclusi anche violenti nubifragi

Ma in Italia, soprattutto tra Liguria, Lombardia, Veneto e Friuli Venezia Giulia il rischio di nubifragio è da considerare, in quanto sia la morfologia del territorio, che la predisposizione climatica, favoriscono fenomeni atmosferici di questa portata. Possiamo citarne parecchi accaduti nel passato. È una di quelle circostanze in cui la previsione meteorologica è influenzata anche dalla climatologia, dalla predisposizione ad avere taluni fenomeni atmosferici in un territorio in coincidenza di specifiche condizioni meteo.

In merito ai nubifragi, giornalisticamente parlando sono chiamati bombe d’acqua, in quanto rilasciano ingentissime quantità di pioggia in tempi molto brevi, causando allagamenti. In territori predisposti come danno anche luogo anche a una sensibile aumento della portata dei corsi d’acqua. Ogni anno tra le aree a maggior rischio nubifragio, con la conseguente esondazione dei corsi d’acqua, c’è l’area metropolitana di Milano, dove soprattutto il fiumiciattolo chiamato Seveso che attraversa la città in gran parte tombato, a seguito ingenti precipitazioni esonda, causando non pochi disagi alla città, oltre che parecchi danni.

Fonte: Meteogiornale