Oggi gli Uffizi riaprono, e con una sorpresa inaspettata

0
229
Uffizi

La galleria degli Uffizi, oggi ha riaperto le sue porte. Il direttore Schmidt, ha riferito che il futuro dei musei sarà soprattutto nei social e nel turismo lento, per questo si è deciso di formare un canale Tiktok, social in voga tra i giovani.

La riapertura

La riapertura è segnata dalle norme di sicurezza e dalla sanificazione totale degli ambienti. Dopo 3 mesi di chiusura, la più antica galleria d’arte del mondo riapre quindi le sue porte ai turisti. Il coronavirus, non solo si è scagliato contro le persone, bensì anche sui musei e sulle opere d’arte.

12 milioni di euro persi

Anche se la riapertura del museo, segna l’inizio di nuovi flussi turistici, il museo si calcola abbia perso un valore economico di circa 12 milioni di euro.

Numero massimo visitatori

Il direttore degli Uffizi fa sapere che fino a quando non ci sarà una soluzione, si procedere a far entrare un numero massimo di visitatore intorno alla cifra di 450 persone.

Il richiamo di Firenze

Firenze non è solo duomo e Uffizi. Questo è il monito lanciato da Schmidt. Firenze è piena di chiese e di opere d’arte a cielo aperto.

La concezione del museo

I musei non sono luoghi da visitare una volta nella vita. Sono luoghi in cui, bisogna andarci spesso e comprendere il vero valore legato a tutto ciò che si guarda. Le opere, il loro contesto storico-culturale, la loro posizione geografica, la loro ubicazione attuale, tutto fa comprendere il valore nascosto dell’opera in sè.

La svolta social

Il museo degli Uffizi, per cercare di far arrivare il suo messaggio a casa di tutti, ha ricevuto una svolta social. Il museo infatti ha profili social sui principali network utilizzati dai giovani, ultimo tra tutti Tiktok. Proprio oggi che il museo ha riaperto le sue porte, si è dichiarato che il museo possiede anche un profilo su questo social tanto utilizzato dai ragazzini di tutto il mondo.

Se ti è piaciuto l’articolo leggi anche: La strage di Via dei Georgofili: quando la mafia colpì il cuore di Firenze

Commenti