Offensiva talebana in Afghanistan: Biden invia bombardieri

0
525
Afghanistan: almeno 16 persone morte in quattro attentati

Continua l’offensiva talebana in Afghanistan. In poche ore il gruppo ribelle ha conquistato tre importanti città tra cui Kunduz, località determinante a livello strategico. Il presidente americano Joe Biden ha affermato che per ora non cambia i piani di ritiro delle truppe statunitensi dall’Afghanistan entro fine mese. Tuttavia il Pentagono ha annunciato che invierà dei bombardieri nel tentativo di fermare l’avanzata dei talebani.

Continua l’offensiva talebana in Afghanistan

In poche ore tre città afghane, Kunduz, Sar-e-Pul e Taloqan, sono cadute nelle mani dei talebani, segnando un’avanzata senza precedenti del gruppo ribelle. Da venerdì, i capoluoghi di provincia caduti nelle mani dei talebani sono cinque.  Tra le ultime conquiste la più importante a livello strategico è Kunduz. È considerata infatti la porta d’ingresso alle province del nord dell’Afghanistan, ricche di materie prime. Inoltre, a livello logistico, Kunduz è una specie di crocevia da cui partono collegamenti con città importanti, compresa la capitale Kabul.

Cosa ha detto il presidente americano Biden?

Il presidente americano Joe Biden ha affermato che per ora non cambia i piani di ritiro delle truppe dall’Afghanistan. Ha inoltre detto che i funzionari della Casa Bianca sono in costante contatto con l’ambasciata americana a Kabul. Tuttavia, secondo quanto riferito dai media americani, il Pentagono avrebbe inviato in Afghanistan alcuni bombardieri B-52 e AC-130H Spectre per fermare l’avanzata dei talebani. I bombardieri, che affiancheranno i droni Reaper, sarebbero partiti da una base aere in Qatar. Intanto sia l’ambasciata USA che del Regno Unito hanno inviato i propri cittadini a lasciare il prima possibile l’Afghanistan.


Afghanistan: continuano gli scontri a Kabul e Lashkar Gah

Fuga dall’Afghanistan: in migliaia scappano dai talebani