Maria Francesca Consiglio dopo Pensieri di una mente pigra e Zibaldanza ci regala un nuovo libro dal titolo Odi Oscure. Una raccolta di poesie libere di un cuore imbrigliato.

“I miei natali sono dannati, i miei amori proiezioni sbiadite, le mie oscurità genitori adottivi. Dannazione, amore ed oscurità sono le radici inestirpabili di questo libro e delle poesie che lo compongono… “

E’ uscito il  terzo libro di Maria Francesca Consiglio dal titolo Odi Oscure.

I miei natali sono dannati, i miei amori proiezioni sbiadite, le mie oscurità genitori adottivi. Dannazione, amore ed oscurità sono le radici inestirpabili di questo libro e delle poesie che lo compongono. Alcune anime si interrogano sugli eventi ed attendono risposte che, nelle migliori delle ipotesi, tardano ad arrivare. L’idea che molte di esse siano nascoste nelle vie più oscure del proprio essere può condurre ad approdare sulle infelici rive della sana follia. Io ho abbracciato le mie oscurità per accogliere tutto ciò che in me alberga. Sono una naufraga che sopravvive in quell’isola cercando il modo di ritornare a casa. Analizzo quello che la mia scrittura mi sussurra, come se fossero verità incastonate fra le lettere, una mappa con la via da seguire, ammesso che esista. In attesa della soluzione mi lascio cullare dalle odi oscure.

Maria Francesca Consiglio
Maria Francesca Consiglio (foto inviata dall’autrice)

 

Maria Francesca Consiglio è definibile come un’anima in costante lotta contro un mondo del quale non si sente far completamente parte, decide di essere fedele solo all’arte che ama in ogni sua espressione. L’autrice si riavvicina alla scrittura “usandola” come mezzo di “espiazione” per potersi liberare da tabù sociali e demoni personali. Alla luce del fatto che il suo stile sia apparentemente di difficile comprensione nell’immediato, non si rivolge ad un tipo di lettore particolare; il suo solo auspicio è quello di essere sentita oltre la parola, di suscitare in chi la legge uno stato d’animo alternativo alla realtà. Usa spesso metafore attraverso le quali dipinge dei quadri surreali che cambiano a seconda della fantasia del lettore e del suo immaginario. Alcune delle sue poesie (ed aforismi) sono stati inserite all’interno di raccolte ed antologie.

Nel 2015 Maria Francesca Consiglio pubblica Pensieri di una mente pigra; oltre a tutti i contenuti ne cura impaginazione, fotografia e grafica.

2016 pubblica il suo secondo libro Zibaldanza. I suoi primi lavori non sono romanzi, non seguono una trama. Proprio come una sorta di zibaldone essi sono un insieme di pensieri “razionalmente” disordinati. Nelle pagine dei suoi libri si trovano poesie e paragrafi indipendenti che accarezzano diversi argomenti; la famiglia, la “nuova” società, l’amore, il disagio sociale.

Sulla sua scrittura MariaFrancesca Consiglio afferma: “Mi sono trovata ad essere portavoce anche di storie altrui, antiche e maledette. Ho conversato con i silenzi di fantasmi senza pace. È stato fatto un patto tanti anni fa tra me ed il fato ed adesso, attraverso la scrittura, ne sconto croci e delizie.

Condividi e seguici nei social
error

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here