Ocean Sole: sculture dalle infradito trovate sulle spiagge

Un progetto che fornisce da vivere a 100 keniani che collaborano

0
476
Inquinamento ambientale

In un laboratorio nella capitale del Kenya, Nairobi, un gruppo di artigiani sta trasformando infradito scartate e sporche in bellissime opere d’arte. Fanno parte del team di Ocean Sole, un’impresa sociale la cui missione è pulire le spiagge inquinate e fornire carriere alle persone nelle comunità ad alto impatto. Le infradito sono indossate in tutto il mondo e milioni vengono prodotte ogni anno. Ma una grande quantità di sandali in gomma sintetica è anche scartata e finisce nell’oceano.


Ventiquattro trilioni di pezzi di microplastica nell’oceano


Come nasce l’impresa Ocean Sole?

Nel 1990, l’ambientalista marina, Julie Church, è rimasta scioccata dalla quantità di infradito che ha trovato lavate su una spiaggia in Kenya. Ispirata dai giocattoli che i bambini stavano facendo da loro, ha incoraggiato le loro madri a raccoglierli, lavarli e tagliarli in prodotti colorati da vendere nei mercati locali. Ocean Sole è lanciato nel 1999 e oggi ha un impatto positivo su oltre 1.000 kenioti attraverso la raccolta di sandali e l’occupazione diretta. Fornisce quindi un reddito costante a quasi 100 persone. Le scarpe sono igienizzate e asciugare accuratamente nel laboratorio, prima di essere utilizzate dagli artisti.

Infradito diventano sculture

Joe Mwakiremba, Direttore vendite di Ocean Sole, afferma che ci sono due tipi di scultura. “I più piccoli sono tutti infradito. Le sculture più grandi sono realizzate con un altro materiale chiamato poliuretano. Quindi copriamo l’interno delle grandi sculture usando questo materiale, e poi ci riempiamo di infradito”. Il metodo conferisce alle opere più grandi un contorno o un aspetto irregolare rispetto all’aspetto a strisce dei pezzi più piccoli. “Il 90% della nostra produzione è destinato all’esportazione. Normalmente vendiamo a zoo, acquari, musei e negozi di souvenir in tutto il mondo. Collaboriamo anche con organizzazioni che vogliono realizzare o commissionare opere a grandezza naturale”.

Piani di espansione di Ocean Sole

L’organizzazione sta pianificando di esportare l’idea in altri paesi che hanno un “problema di infradito” nei prossimi cinque anni. Ocean Sole ha già ricevuto numerose richieste da paesi come Indonesia, India e Brasile che hanno chiesto loro di recarsi lì e allestire workshop. L’iniziativa attualmente trasforma 579.000 chilogrammi di infradito ogni anno in bellissime opere d’arte che rappresentano un messaggio importante sullo stato degli oceani del mondo. Nel processo, il lavoro sta sia creando posti di lavoro che contribuendo a salvare il pianeta. Contribuisce inoltre dal 10 al 15% delle sue entrate alla pulizia delle spiagge, ai programmi professionali ed educativi e agli sforzi di conservazione.