Obbligo vaccinale, green pass a 12 mesi e terza dose

0
330
Lo spettro del green pass

Sono tre i punti chiavi emersi dalla conferenza stampa del premier Mario Draghi a Palazzo Chigi- Obbligo vaccinale, green pass a 12 mesi e terza dose, Aifa permettendo.

Perchè Draghi vuole estendere il Green pass e passare all’obbligo vaccinale?

Semplice, chiaro, diretto. A chi gli chiedeva se l’orientamento del Governo è verso l’obbligo vaccinale Draghi ha risposto semplicemente “sì”. Stessa risposta anche a chi gli chiedeva se si va verso la terza dose. Sul Green Pass qualche decisione ancora da prendere ma anche qui il presidente del consiglio ha le idee chiare. La direzione, dice, è l’estensione dell’uso del certificato. “Con il ministro Speranza ne stiamo parlando e discutendo da un po’ di tempo. L’orientamento è che ci sarò un’estensione. Per decidere esattamente quali sono i vari passi, quali sono i settori che dovranno averlo prima, faremo una cabina di regia, come peraltro è stato chiesto dal senatore Salvini, ma la direzione è quella” ha spiegato Draghi. “Nella cabina di regia, chiesta da Salvini, decideremo a chi e quanto svelti“.

No vax No pass “odiosi e vigliacchi”

Il Presidente ha anche espresso “piena solidarietà a chi è stato vittima di aggressioni nel corso di queste manifestazioni no vax, no pass. Si tratta di Violenza particolarmente odiosa, vigliacca, nei confronti di chi fa informazione e di chi è in prima linea nella lotta alla pandemia. La campagna procede spedita, verso la fine di settembre sarà vaccinato l’80% della popolazione, già oggi siamo al 70% completamente vaccinato. Ribadisco il mio invito a vaccinarsi, è un atto verso se stessi e anche di solidarietà verso gli altri, di protezione della propria famiglia e delle persone di cui si viene in contatto”


 


Green pass: possibile estensione di validità a un anno