Obama: “Trump incapace di cambiare la politica estera”

L’ex presidente Barack Obama contro la politica estera dell’amministrazione Trump

0
189
Obama

Le elezioni presidenziali americane si avvicinano, l’ex presidente Barack Obama scende in campo al fianco di Joe Biden e attacca il presidente Trump sulla politica estera. Ha infatti affermato che Trump manca di concentrazione e pazienza per apportare modifiche sostanziali alla politica estera americana.  

Obama attacca Trump sulla politica estera

Le elezioni americane si avvicinano, l’ex presidente Barack Obama è sempre più presente nella campagna del candidato democratico Joe Biden, suo vicepresidente per otto anni.

In una lunga intervista per il podcast “Pod Save America”, Obama riflette sulla sua presidenza e offre alcuni consigli ai progressisti del partito democratico. Ma soprattutto attacca il presidente Trump, in particolare sulla politica estera americana sotto l’ammistrazione Trump.  

Obama afferma: “Trump non è stato attivo a livello internazionale. La verità è che non ha la pazienza e la concentrazione per poter cambiare davvero in modo sostanziale la politica estera degli USA”. Ha poi aggiunto: “Il presidente Trump ha cercato sistematicamente di decimare l’intera struttura di politica estera”.

Obama elogia Biden sulla leadership americana

L’ex Presidente ha poi sottolineato che Biden ha invece rispetto e comprensione per ciò che può fare la leadership americana. Ha inoltre detto che Biden è una persona che impara molto dai suoi errori, evidenziando quando Biden era senatore del Delaware e ha votato per autorizzare la guerra in Iraq poi, però ha capito che l’uso della forza va limitato.

Obama ha asserito: “Biden era probabilmente la persona più contenuta in termini di uso della forza militare tra i miei consiglieri senior durante la mia presidenza. Credeva costantemente che dovessimo mostrare moderazione e umanità e fare uso della diplomazia come strategia per mostrare la leadership americana”.

Obama contro le teorie di cospirazione alimentate da Trump

Il presidente Obama ha poi attaccato Trump per la divulgazione di teorie di cospirazione e ha evidenziato la disinformazione dei media conservatori. Ha affermato: “Le teorie di cospirazione e la disinformazione sono un problema che sopravviveranno dopo Trump. Trump non è un sintomo ma un acceleratore”. Ha poi aggiunto: “Il presidente Trump ha permesso che queste teorie filtrassero nel mainstream del Partito Repubblicano e tutto ciò dovrebbe preoccuparci”.


“Il futuro del nostro Paese dipende da queste elezioni”, così afferma Obama


L’ex Presidente parla dei progressisti

Alla fine Obama ha dato dei consigli ai progressisti del Partito Democratico. Ha detto che i progressisti dovrebbero continuare a far sentire la loro voce ma dovrebbero anche capire che non si può ottenere tutto subito e soprattutto non dovrebbero fare l’errore di non ascoltare chi la pensa diversamente da loro.    

Commenti