NYFW 2021: il Made in Usa alla ribalta

Il 7 settembre torna in presenza la New York Fashion Week 2021: quest'anno il tema centrale dell'evento sarà il Made in Usa per rilanciare la moda e le eccellenze statunitensi.

0
245
NYFW 2021 dal 7 settembre
Il Made in Usa al centro della NYFW 2021.

Manca ormai poco al debutto della New York Fashion Week 2021 che, dopo due edizioni organizzate in digitale per l’emergenza coronavirus, da martedì 7 settembre riapre i battenti in presenza. Fino al giorno 12 gli Studios saranno la location principale durante la quale si susseguiranno 91 eventi. Quest’anno alla NYFW 2021 è atteso il ritorno di grandi nomi che avevano dato forfait nel recente passato, come ad esempio Michael Kors e Tom Ford, quest’ultimo presidente dell’organizzazione della kermesse.

Il tema dominante della NYFW 2021 sarà il ritorno al centro della scena del Made in Usa. Tom Ford già dal mese di febbraio aveva palesato le sue intenzioni, cambiando il calendario ufficiale degli eventi e trasformandolo in American Collections Calendar, all’interno del quale non sarebbero stati menzionati solo gli appuntamenti della manifestazione di New York, ma tutte le sfilate e le presentazioni delle aziende della moda degli Stati Uniti.

Los Angeles solitamente viene menzionata come punto di riferimento per il comparto manifatturiero, ma in realtà il centro della moda americana è proprio New York: si calcola, infatti, che il suo settore del fashion comprenda circa 180mila persone e che sia in grado di generare stipendi pari a 11,5 miliardi di dollari in totale. Proprio dalla Grande Mela il comparto della moda statunitense cerca il suo rilancio, e per questo motivo la New York Fashion Week 2021 sarà proprio basata sul Made in Usa.

Graditi ritorni e novità alla NYFW 2021

La New York Fashion Week 2021 saluterà grandi ritorni, come ad esempio quelli di Thom Browne e Altuzarra. Inoltre c’è molta attesa per scoprire le creazioni di Jeremy Scott per Moschino e di Peter Dundas. Ci saranno anche delle interessanti new-entry, soprattutto quelle di Sergio Hudson e Markarian.

Si tratta di due brand emergenti e in ascesa da quando si sono occupati della cerimonia di insediamento alla Casa Bianca del nuovo presidente degli Stati Uniti Joe Biden. Hudson ha disegnato il look dell’ex First Lady Michelle Obama, mentre Markarian ha realizzato l’outfit per la nuova, Jill Biden.

Markarian alla NYFW 2021 presenterà i suoi nuovi modelli presso la Rainbow Room, famoso ristorante di New York che quest’anno ha messo a disposizione i suoi spazi proprio per mettere ulteriormente in risalto i simboli dell’eccellenza degli States. Stesso discorso per la Fifth Avenue Association che, per la prima volta nella storia della kermesse di moda, aprirà i battenti del suo 608 Fifth Avenue, uno spazio che si dipana su tre piani e che abbraccia la Saks Fifth Avenue e il Rockefeller Center.

Moschino alla New York Fashion Week con la P/E 2022

Collina Strada invece sfilerà presso il Brooklyn Grange, e anche questa è un’interessante novità. Si tratta della fattoria più in alto al mondo in grado di produrre 45 tonnellate di prodotti biologici all’anno. Una location significativa perché porrà l’accento sul tema della sostenibilità, legato anche al tema portante della New York Fashion Week 2021, ovvero il rilancio del Made in Usa.