Nuovo turismo: osservazione delle stelle

0
184
Nuovo turismo

Un nuovo turismo avrebbe interessato l’intera popolazione mondiale. Si tratta dell’osservazione spaziale poiché la stessa risulta sicura anche in piena pandemia.

Dove nasce l’idea di un nuovo turismo?

Negli ultimi mesi, dove l’emergenza sanitaria ci ha costretti a mesi reclusi fra le mura di casa, qualcosa ci ha ridato la speranza. Grazie all’hastag #starentine, ci è stato permesso di osservare le stelle attraverso il social network Twitter. Ciò ha portato inevitabilmente di nuovo una luce sui nostri volti sebbene spenti a causa della voglia di tornare alla normalità. L’evento ha fatto sì che l’universo stesso, fosse visto da qualsiasi posto ci trovassimo: che fossero le finestre di casa nostra, i gradini d’entrata od il giardino, aveva poca importanza. Questo modo di condivisione, ha fatto comprendere a tutti di essere parte di qualcosa talmente grande e maestoso, da rendere il resto delle problematiche piccole e insignificanti.

Il turismo astronomico: sicuro ed introspettivo

Il fascino di questo nuovo turismo, ovvero l’osservazione delle stelle quindi, permette di guardare sistematicamente le nostre vite e metterle in prospettiva con qualcosa di abnorme quale lo stesso universo. Sebbene adesso viaggiare, non sia possibile, si attenderà il momento che di nuovo si potrà fare per vedere stelle e pianeto. Per questo motivo si attende un gran ritorno verso l’astronomia, sia essa nell’osservazione attraverso un telescopio o, nel visitare musei di scienza, osservatori o planetari. Infatti questa sorta di turismo mira a tornare di grande tendenza. I paletti imposti dal Covid, in relazione a ciò che ci ha ridato speranza attraverso uno sguardo al cielo è destinato a crescere e prendere spazio dentro di noi.

La sicurezza del turismo astrologico

Non solo questa tipologia di turismo accresce la nostra voglia di conoscenza e ci fa stare decisamente bene. Ci sono altri motivi per cui diverrà assolutamente di tendenza e favorito dalle persone. Infatti dobbiamo pensare che lo stesso è ecologico, può essere fatto in qualsiasi parte del mondo. Motivo ancor più importante è quello di essere sicuro: atto a mantenere naturalmente le distanza fra individui. È chiaro che la posizione migliore per attuarlo e prendervi parte è quella di farlo all’aperto, lontano da smog ed inquinamento, dove l’osservazione sarà di certo migliore.

Commenti