Nuovo terremoto,vecchie fesserie

1
323

Come se si trattasse di un meccanismo ben oliato e ad orologeria, passato l’evento sismico di Ischia ecco che riemergono i soliti complottisti checercano di sfruttare la cosa per avere qualche click sui loro articoli deliranti che favoleggiano di armi elettromagnetiche e Haarp come cause del sisma stesso, manca solo che la, vista e rivista, bufala della magnitudo del sisma comunicata in modo non reale per non pagare i danni faccia il giro dei social come è già successo nel 2009 con L’Aquila, nel 2012 con l’Emilia e più di recente con il terremoto del centro Italia del 24 Agosto 2016, un anno fa domani. 


Dunque vediamo un po’ chi insiste con queste che non possono essere definite altro che fesserie: il campo è affollato: si va da Rosario Marcianò,geometra o, per usare le sue parole e darsi un tono più internazionale, “geometer”(sic) che in cerca di quel minimo di notorietà che Warhol si dice abbia profetizzato nel 1968 “everybody in the future will have 15 minutes of fame” (ognuno in futuro avrà 15 minuti di fama), Marcianò la ricerca disperatamente facendosi portavoce e cercando di vendere qualche falso documentario sulle scie chimiche (Bufala inventata di sana pianta nel 1997 dal conduttore radiofonico statunitense Art Bell epoi ampiamente dimostrato come si tratti di un fenomeno fisico, le scie di condensa, del tutto naturale) ecco quindi che per raccattare due spiccioli Marcianò e soci inventano di continuo bufale e fake news sull’argomento, cercando di far leva sulle paure popolari per le nuove tecnologie e, sempre per ragioni di minimo comune denominatore, incolpando il grande satana moderno ovvero gli Americani che sono il baubau del nuovo millennio e ai quali è pratico, nonchè facile, ascrivere qualsiasi colpa, così anche Gianni Lannes – sedicente documentarista e conferenziere – (meglio descritto qui http://www.butac.it/tag/gianni-lannes/) che, non sapendo più come attirare visite alsuo blog ha iniziato a incolpare il sistema HAARP per i terremoti in italia. 


Facciamo chiarezza Haarpè un sistema di ricerca scientifica americano che costruito nel 2993 cioè dopo il terremoto dell’irpinia e 16 anni prima di quello dell’Aquila è stato smantellato nel 2013 ovvero 4 anni prima dei terremoti che hanno sconvolto umbria e alto lazio ad agosto scorso. Va da sè che questo verrà considerato un tentativo di debunking e quindi avversato automaticamente dai complottisti, probabilmente con rabbia e acredine che comprendo in quanto minaccio direttamente i loro interessi economici, ma meglio che sentire altre bufale sui terremoti artificiali… Ovviamente i lettori sono liberi di credere a ciò che vogliono io non voglio professare alcuna fede e mi limito a dire la verità (facilmente verificabile con qualche click su google o su wikipedia.

L’installazione Haarp (Venne costruita nel 1993, a fini di ricerca scientifica sugli strati alti dell’atmosfera e della ionosfera, e sulle comunicazioni radio per uso militare[2](da qui sono scaturite innumerevoli fesserie che legherebberoHAARP alle scie chimiche e ad altre pseudo teorie del complotto.. Buon divertimento se perderete tempo a cercare di capire la logica perversa dei complottisti che rimangono ancorati al vizio di spaventare il pubblico gridando “Moriremo tutti” fatto tanto triste quanto vero ed inevitabile, siamo nati uomini e un giorno moriremo, tutti, è vero che questo ricorda il Memento Meori dei monaci del medioevo

L’impianto non è più in attività da maggio 2013,[3][4] nonostante ciò è stato ed è tuttora al centro di diverse teorie del complotto.)

1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here