Manifestazioni in America per la morte di Breonna Taylor

Nuove proteste in America dopo la decisione di non condannare i poliziotti che uccisero Breonna Taylor

0
172
proteste in America

Per la seconda notte di fila ci sono state nuove manifestazioni in America. Questa volta, i manifestanti si oppongono alla decisione di non arrestare nessun poliziotto dopo l’assassinio di Breonna Taylor.

La donna era stata uccisa lo scorso marzo nel suo appartamento, diventando così uno dei nuovi volti del Black Lives Matter. Lo sconforto e la rabbia sono scese in strada a Louisville, e in molte altre città americane.

Nuove manifestazioni in America: numerosi arresti e feriti

Le proteste prima pacifiche hanno cominciato a divengare violente mercoledì notte, quando due agenti della polizia sono rimasti feriti. In risposta, giovedì sera la polizia ha effettuato diversi arresti. Tra questi c’era anche Attica Scott, il rappresentante dello stato che aveva chiesto giustizia per Taylor.

I funzionari hanno chiesto ai cittadini e ai funzionari di mantenere la calma e lasciare che le proteste continuino. “Almeno 24 persone sono state arrestate nel corso della serata per accuse tra cui assemblea illegale, mancata dispersione e rivolta di primo grado. ” Ha detto il dipartimento di polizia di Louisville.

Il sindaco Greg Fischer ha dichiarato in una conferenza stampa: “La domanda ovviamente è: cosa facciamo con questo dolore?Non c’è una risposta, nessuna risposta facile a questa domanda.”

“Dì il suo nome”

Gli attivisti hanno marciato tutta la notte cantando il nome di Taylor. Nel frattempo, la polizia con tenute antisommossa, bloccava le strade. I manifestanti hanno giurato di continuare a protestare, dopo che il gran giurì non ha presentato accuse di omicidio contro gli agenti che hanno fatto irruzione a casa sua.

La città doveva essere in coprifuoco dalle 21:00, ma dopo un po’ di trattative, la protesta sembrava poter durare fino alle 23:00. Centinaia di persone sono tornate nei luoghi delle proteste per celebrare la seconda notte di manifestazioni. QUeste sono state per lo iù pacifiche, i cittadini cantavano tutti insieme: “Dì il suo nome! Breonna Taylor!” stringendo cartelli che chiedono giustizia.

La decisione

Il gran giurì ha deciso di incriminare per accuse minori solo uno su tre agenti di polizia coinvolti nell’omicidio. Quella notte i poliziotti avevano fatto irruzione nell’appartamento di Taylor per un’indagine sulla droga che non la coinvolgeva. Poco dopo, è morta sotto una raffica di proiettili.

Brett Hankinson, l’unico agente ad essere stato incriminato, non è accusato di omicidio ma di pericolo arbitrario. Questo perché ha sparato in modo sconsiderato quando era ancora fuori dall’appartamento, i proiettili sono penetrati nelle pareti ai lati e ha messo in grave pericolo i vicini.

L’avvocato per i diritti civili Ben Crump, parlando a nome della famiglia di Taylor, ha detto che sono oltraggiati. ” Sono stati insultati e per lo più offesi dalla conclusione del gran giurì.”

Mercoledì sera, durante le manifestazioni, 127 persone sono state arrestate.

Le manifestazioni in America e le dichiarazioni dei politici

Appena saputa la risposta del tribunale, numerosi esponenti politici, star e personaggi di spicco hanno speso delle parole sulla decisione.

Il candidato alla vicepresidenza democratica, Kamala Harris, ha twittato: “Questa sera, penso alla famiglia di Breonna Taylor che sta ancora piangendo la perdita di una figlia e di una sorella. Non dobbiamo mai smettere di pronunciare il nome di Breonna mentre lavoriamo per riformare il nostro sistema giudiziario, compresa la revisione dei mandati di non bussare.”

Anche Joe Biden si è espresso, chiedendo ai manifestanti di far rimanere le proteste pacifiche. la richiesta è stata fatta anche da molti altri governatori, seguita dalla promessa di riformare questo sistema giudiziario.

Infine, la star del basket LeBron James ha scritto: “Oggi non ho più parole! Sono devastato, ferito, triste, pazzo! Vogliamo giustizia per Breonna, ma giustizia è stata soddisfatta per le mura dell’appartamento dei suoi vicini e non per la sua bella vita. Sono rimasto sorpreso dal verdetto. Assolutamente no, ma dannazione ero e sono ancora ferito e con un cuore pesante. La donna nera è la persona più mancata di rispetto sulla terra. Ti prometto che farò del mio meglio per cambiare questo quanto posso e anche di più!! Amore a voi regine in tutto questo paese e oltre!”

Commenti