Nuova Zelanda, eruzione Waakhari provoca 5 vittime

0
258

In Nuova Zelanda il notissimo Vulcano Whakaari, noto anche come White Island, ha eruttato provocando la scomparsa di oltre cinque persone. Secondo i media locali, non si esclude l’aumento del numero dei morti. Per quanto riguarda i feriti, la cifra potrebbe essere significativa, in quanto al momento dell’eruzione, ben 18 turisti stavano visitando la bocca del vulcano neozelandese.

La premier della Nuova Zelanda, Jacinda Arden, in una conferenza stampa tenutasi a Wellington, si è detta molto preoccupata per i turisti coinvolti, di cui al momento non si sanno né nomi né nazionalità. Il vulcano, una meta molto ambita tanto da attirare oltre 10mila persone ogni anno, è tenuto sotto d’occhio dall’agenzia vulcanologica neozelandese GeoNet, la quale ha calcolato una forza di tipo 4, comunemente chiamata anche Maha Whakaari. Oltre ai cinque morti, le forze locali stanno monitorando attentamente eventuali sviluppi soprattutto per quanto riguarda i dispersi.

White Island (Whakaari)
Il Vulcano Whakaari (Nuova Zelanda)

La forza del Whakaari

Da alcuni video che girano sul web, ben si capisce la forza del vulcano neozelandese, la quale ha provocato imponenti nuvole di cenere con consequenze catastrofiche, soprattutto per chi viaggiava nelle vicinanze mediante imbarcazione apposite. Il Vulcano è infatti raggiungibile mediante servizi come l’Ovation of the Seas , i quali collegano la Baia di Plenty all’isola, distante circa 48 km.

La zona non è nuova ad eventi del genere. Già nel 2016, importanti colonne di cenere erano sorte dalla bocca del Vulcano provocando il timore dei turisti presenti. La zona è, come detto, monitorata dall’agenzia GeoNet, la quale già da settimane aveva notato un aumento non indifferente delle attività vulcaniche del Whakaari .

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here