Nuova perturbazione sull’Italia: condizioni meteo e una spiccata variabilità

0
95
Nuova perturbazione

Meteo Domani con nuova perturbazione sull’Italia. Per le condizioni meteo, spiccata variabilità sul nostro Paese.

Nuova perturbazioni con ulteriori corpi nuvolosi avanzeranno da occidente, e tenderanno nella giornata di domani a generare un aumento della nuvolosità. Complessivamente in Italia avremo condizioni meteo variabili, con temperature inferiori alla media stagionale. Come avrete modo di vedere per singola area geografica, ci sarà la possibilità di nuove precipitazioni localmente potrebbero anche assumere carattere temporalesco.

Nord Italia, domani avremo nubi sparse, localmente più consistenti in Liguria e le regioni alpine e quelle prealpine, con la possibilità di locali deboli rovesci pomeridiani. Verso il pomeriggio si avranno schiarite, ma successivamente sui settori occidentali si potrebbe verificare un aumento consistente della nuvolosità.

Centro e Sardegna: in Sardegna il cielo si presenterà in prevalenza molto nuvoloso o coperto, con la possibilità di rovesci sparsi. Tendenza a miglioramento. Nel resto delle regioni si avrà una nuvolosità in prevalenza sottile, con tendenza all’aumento nelle aree tirreniche, con la possibilità di qualche pioggia nel Lazio e sull’Appennino abruzzese. Altrove cielo da poco nuvoloso a nuvoloso.

Maggio stravolto dai forti temporali: ne vedremo delle belle

Non c’è linea meteo climatica: le stagioni si sono perse

Forte maltempo in atto: sfuriate temporalesche con rischio alto nubifragi

Sud e Sicilia: il cielo sarà in prevalenza velato, con tendenza ad aumento della nuvolosità nelle regioni tirreniche, dove non saranno da escludere anche deboli piogge. Nel settore ionico e adriatico la possibilità di pioggia sarà molto bassa.

Temperature: in nuova lieve diminuzione nei valori minimi in Valpadana, resto d’Italia la temperatura minima si manterrà sostanzialmente invariata. Per quanto concerne la temperatura massima, questa tenderà a diminuire in Sardegna e nelle regioni tirreniche. Forse ci sarà un lieve aumento sul Nord Italia nel settore adriatico e quello ionico.
Venti: la maggior ventilazione sarà basso adriatico da nord ovest. Variabili soffieranno altrove. Mentre, in giornata si disporranno da occidente sul settore ovest d’Italia.

Mari: ancora mossi canale di Sardegna e Jonio orientale. Poco mossi gli altri mari.

Fonte: Meteogiornale

Commenti