Nostra Signora delle Meraviglie, il relitto dai molti tesori

Dall'8 agosto sarà allestita a Freeport una mostra con gli ultimi rinvenimenti provenienti dalla zona in cui 'è affondato il galeone

0
398
Nostra Signora delle Meraviglie
I reperti rinvenuti nella zona del naufragio di Nostra Signora delle Meraviglie ©Brendan Chavez ·

Bahamas Marittime Museum presenta i tesori che trasportava un galeone spagnolo naufragato il 4 gennaio 1656, Nostra Signora delle Meraviglie. Dall’8 agosto a Freeport saranno in esposizione i materiali recuperati nelle perlustrazioni autorizzate di Allen Exploration tra 2019 e 2020. I pezzi più preziosi sono gli effetti personali dei componenti dell’equipaggio con ciondoli dei Cavalieri dell’Ordine di Santiago, anelli. In mostra anche elementi in ferro e bronzo che costituivano la nave.


“La Circassienne au bain”, un tesoro perduto del Titanic


Cosa trasportava il galeone Nostra Signora delle Meraviglie?

La nave faceva parte di una flotta Tierra Firme dalla Spagna raggiungeva le coste dell’America centrale per raccogliere l’argento delle tasse proveniente da Bolivia e Perù. Si trattava di imposte per la Corona, ma trasportava anche proprietà private. Il galeone aveva nelle stive anche il carico recuperato dal relitto della Jesús María de la Limpia Concepción, affondata al largo dell’Ecuador nell’ottobre 1654. Mervillas quando è naufragata scontrandosi con l’ammiraglia, a Little Bahama Bank il 4 gennaio 1656 portava circa 3,5 milioni di pezzi, recuperati in parte subito e gli anni Novanta del secolo scorso.

Il naufragio

Un errore di navigazione dell’ammiraglia Nuestra Señora de la Concepción ha provocato lo scontro con Mervillas, danneggiando la scafo. Le assi si sono rotte sopra la linea di galleggiamento e dopo una mezz’ora il galeone è finito contro la barriera corallina, affondando. Dell’equipaggio di 650 persone soltanto 45 persone sono sopravvissute. Parti del relitto e del carico si trovano in un raggio di 13 chilometri dal luogo del naufragio e spedizioni tra 17° e 18° secolo . Gli ultimi rinvenimenti provengono probabilmente dal castello di poppa. I resti della nave sono di proprietà del Governo delle Bahamas che li ha riuniti in un museo.

Allen Exploration a Bahama Bank

I materiali di Nostra Signora delle Meraviglie in mostra

Al Bahamas Maritime Museum saranno esposti anche i reperti di maggior valore. Quindi una catena di filigrana d’oro lunga quasi due libbre e sei piedi con motivi a rosetta, un ornamento per aristocratici e un ciondolo in materiale prezioso. La Croce di Santiago è incorniciato da 12 smeraldi ovali verdi. Tra i pezzi che Allen Exploration ha trovato c’è anche una pietra bezoar indiana a forma di capesante, apprezzata in Europa per le sue proprietà curative e un simbolo del pellegrinaggio al santuario spagnolo. Inoltre, sono presenti smeraldi e ametiste. Proprio l’amuleto permette di collegare l’equipaggio della nave ai militari-religiosi dell’Ordine di Santiago che proteggevano i fedeli nei loro viaggi e partecipavano al commercio marittimo. Il percorso espositivo presenterà anche barattoli di trasporto per conservare gli alimenti, bottiglie di vino e l’elsa della spada del soldato Don Martin de Aranda y Gusmán.