Norwegian Airline: meno voli dal 2022

0
417
Norwegian Airline: meno voli dal 2022

Se Norwegian Airline sopravvive a questo momento critico, prevede di apportare modifiche sostanziali al proprio modello di business.

LEGGI ANCHE: Wizz Air: la compagnia licenzia 1000 persone
Lufthansa: taglio ai voli lowcost
Coronavirus: come saranno i viaggi in futuro?

Tra le tante cose, ci saranno meno rotte e meno aerei. La flotta di Norwegian Airline avrà un terzo dei Boeing.

Una nuova strategia

I capi norvegesi hanno annunciato maggiori dettagli sul pacchetto di ristrutturazione proposto dalla società. Chiedono ai creditori di rinunciare a grandi quantità di debito in cambio di azioni. Gli azionisti esistenti vedrebbero sostanzialmente diluita la loro partecipazione.

Il management ha anche rivelato alcuni dettagli sulla strategia futura, quando i viaggi saranno di nuovo permessi. Il CEO norvegese Jacob Schram aveva accennato a una strategia nuova già diverse settimane fa.

Fase di ibernazione

La società ritiene che la difficile situazione del settore dell’aviazione continuerà a lungo. In quanto tale, Norwegian prevede una “fase di ibernazione” fino all’inverno 2020/21. Durante questo periodo, la società si concentrerà sulla “protezione del saldo in contanti”.

Ciò significa che per il resto del 2020, l’attuale scarsa attività della Norwegian Airline continuerà, sulla base del sostegno offerto dalle autorità norvegesi per mantenere un’offerta minima di viaggi aerei. Nel corso del 2021, la compagnia intensificherà le operazioni, ma una vera e propria rete di volo non riprenderà fino al 2022.

Il piano si applica sia alle rotte europee a corto raggio sia alle rotte a lungo raggio. In pratica, ciò significa che gli aerei norvegesi opereranno sulle rotte norvegesi nazionali solo per il resto del 2020.

Serviranno meno aerei

Sebbene non ci siano informazioni specifiche, un dettaglio suggerisce che ci saranno meno rotte quando la compagnia aerea tornerà alle normali operazioni nel 2022.

La compagnia aerea ha annunciato un “cambiamento significativo nella dimensione della flotta con rifinanziamento” per ridurre i costi e concentrarsi su rotte redditizie. Sulla base dell’attuale flotta e degli ordini in sospeso, il piano della compagnia prevedeva una flotta di 168 aeromobili nel 2020. Tale numero sarà ridotto tra 110 e 120.

Un momento critico per l’aviazione

Norwegian Airline ha indetto un’assemblea generale straordinaria sul piano di ristrutturazione per il 4 maggio 2020. L’incontro si terrà online.

In una conferenza stampa della scorsa settimana Schram ha chiarito che la ristrutturazione finanziaria è fondamentale. Solo così la compagnia aerea può tornare nei cieli: “Succederà questo, quando la domanda tornerà. Questo di per sé piuttosto critico, perché se acceleriamo troppo velocemente otteniamo troppi costi rispetto alle entrate. Quindi l’escalation è una fase critica “, ha detto Schram.

Commenti