Norton V4SS: i difetti uccidono la sportiva british

La casa inglese rinuncia a proseguire la produzione del suo modello di punta

0
454
norton v4ss difetti

Una serie di difetti pone la parola fine alla Norton V4SS. Con un comunicato ufficiale il nuovo CEO della casa Robert Hentschel ha comunicato ai clienti che i problemi riscontrati sul modello non sono risolvibili, ed ha invitato gli stessi a non usare la moto su strada. Si tratta di una figuraccia colossale per il costruttore, che nell’aprile del 2020 è passato nelle mani del colosso indiano TVS. La V4SS, derivata dal prototipo che ha corso nel Tourist Trophy, è stata progettata durante la gestione dell’ex CEO Garner, la quale ha lasciato cumuli di macerie fumanti.

Norton V4SS: cosa è successo con i difetti?

La V4SS è (o forse è meglio dire era) il fiore all’occhiello della rifondata Norton, che ha in listino anche la reinterpretazione dello storico modello Commando e la stradale Atlas. Questa sportiva, con motore V4 1100, è entrata in produzione nel 2019, con un pungolo di clienti appassionati che si sono precipitati ad acquistarla. Nel frattempo, la vecchia proprietà NMUL è andata in liquidazione, e gli indiani di TVS hanno rilevato l’azienda. Nel maggio 2020, la casa ha mandato ai possessori una lettera, indicando una lista di ben 35 difetti. Tuttavia, non sono stati in grado di organizzare un richiamo ufficiale, limitandosi a promettere che avrebbero risolto i guasti. Ma la promessa non viene mantenuta.

Un giorno fa, il nuovo CEO della società Robert Hentschel ha inviato ai proprietari un’altra lettera, indicando che i difetti citati non erano risolvibili, e sconsigliando di usare la V4SS su strada. Insomma, questi poveri clienti hanno speso fior fior di sterline per acquistare un…fermacarte con due ruote!

E adesso, che succede?

Nella stessa lettera, Hentschel ha comunicato che la Norton sospenderà la produzione della V4SS, per dedicarsi ad un nuovo progetto. La moto nuova sarà disponibile a breve (la data non è precisata) e per i clienti del modello sventurato sarà disponibile uno sconto. Per chi fosse particolarmente arrabbiato, Hentschel ha suggerito di presentare reclamo contro la vecchia gestione, la NMUL. Il che vuol dire per loro pagare un avvocato e rivolgersi ai liquidatori, con la speranza di vedere qualche soldino. La nuova gestione TVS ha visto un cambio radicale della dirigenza Norton. Hentschel, ex dirigente della Ricardo e della Lotus Engineering, ha assunto il ruolo di CEO. Per il posto di Chief Technical Officer (CTO) gli indiani si sono rivolti ad un italiano, Vittorio Urciuoli, con un passato di Project Leader in Ferrari e Aprilia Racing. La produzione è a Solihull, in Inghilterra, dove ha sede anche uno stabilimento della Land Rover.


Mercato moto: le cinque sportive top nelle vendite