Nord Corea testa un nuovo missile a lungo raggio

0
264
Nord Corea testa un nuovo missile a lungo raggio

La Corea del Nord testa un nuovo missile. Nel fine settimana, secondo quanto riportato dall’agenzia KCNA, Pyongyang ha effettuato con successo i test di un nuovo missile da crociera a lungo raggio. Il lancio arriva pochi giorni dopo la parata militare per celebrare il 73° anniversario della fondazione del Paese. Ad assistere al lancio c’erano alti funzionari. Assente, invece, Kim Jong-Un.

La Corea del Nord testa un nuovo missile?

Secondo quanto riferito dall’agenzia KCNA di Pyongyang, la Corea del Nord ha testato un nuovo “missile da crociera a lungo raggio”. KCNA ha riferito che i lanci sono stati compiuti sabato e domenica e sono stati osservati dalle autorità di alto livello. L’agenzia ha anche affermato che i test hanno avuto successo. I missili hanno colpito il loro obiettivo, a circa 930 miglia di distanza dopo aver viaggiato in aria per poco più di sette secondi. I missili sono successivamente atterrati nelle acque territoriali della Corea del Nord. La KCNA ha detto che i test forniscono “un altro efficace mezzo di deterrenza per garantire in modo più affidabile la sicurezza del nostro stato e contenere fortemente le manovre militari delle forze ostili contro la RPDC“.

La dichiarazione del comando indo-pacifico degli USA

Il comando indo-pacifico degli Stati Uniti ha affermato in una dichiarazione di essere “a conoscenza di rapporti” secondo cui il paese aveva lanciato missili da crociera. “Continueremo a monitorare la situazione e ci consulteremo da vicino con i nostri alleati e partner. Questa attività evidenzia la continua attenzione della RPDC sullo sviluppo del suo programma militare e le minacce che rappresenta per i suoi vicini e la comunità internazionale. L’impegno degli Stati Uniti per la difesa della Repubblica di Corea e del Giappone rimane ferreo”, si legge nella nota.  

Una provocazione di basso livello, ma…

Il lancio di questo missile è ritenuto una provocazione di basso livello, in quanto non costituisce una violazione delle sanzioni ONU. Tuttavia molti analisti sottolineano come un’arma del genere rappresenti notevolmente un progresso della capacità della Corea del Nord. Jeffrey Lewis, ricercatore missilistico presso il James Martin Center for Nonproliferation Studies, ha affermato che i missili da crociera da attacco terrestre a raggio intermedio rappresentano una capacità seria per la Corea del Nord.


Leggi anche: La Corea del Nord festeggia i suoi 73 anni con una parata militare notturna