Nord Corea, media avvisano dell’arrivo della “polvere gialla”

0
200

Il Covid 19 in Nord Corea sembra non aver provocato danni. È questo che emerge scrutando i notiziari nordcoreani che dall’inizio della crisi sanitaria non hanno dato notizie sostanziali di un eventuale arrivo del covid o di morti collegati allo sviluppo patogeno. Ma ora qualcosa sembra muoversi. Qualcosa di più politico che sanitario, forse. La tv del paese ha annunciato infatti l’imminente arrivo di una polvere gialla proveniente dal confine cinese. Una “nuvola di virus” sta per abbattersi contro la Nord Corea.

Nonostante, come detto, il governo di Kim non abbia ordinato lockdown o misure similari, la capitale e città simbolo Pyongyang è stata “svuotata” dopo la notizia della sabbia cinese. A dimostrazione che tra i cittadini della capitale una paura reale circola nell’aria.

Cosa potrebbe essere la “polvere gialla”?

In realtà la polvere gialla starebbe a significare una polvere proveniente dai deserti mongoli e cinesi che soffia nella Corea del Nord e del Sud in determinati periodi dell’anno. La sabbia è mescolata alla polvere tossica, dovuta all’alto tasso di inquinamento, che per anni ha sollevato preoccupazioni per la salute in entrambi i paesi. Tuttavia, uno studio americano ha dimostrato che la probabilità di essere investiti da un virus in questo modo è veramente rara, se non impossibile. L’unica via di diffusione del patogeno è la vicinanza con un infettato.

Non solo la Nord Corea

La paura della polvere gialla non ha investito solo la Nord Corea. Anche il Turkmenistan si sta attrezzando per evitare la diffusione. Il Disinformation Team della BBC osserva che il Turkmenistan ha anche affermato che la polvere carica di virus era la ragione per cui ai cittadini veniva chiesto di indossare la mascherina.

Leggi anche:

Ritrovato ambasciatore nord coreano scomparso nel 2018

Nord Corea, Kim: “Cani simbolo della decadenza occidentale”

Commenti