La Corea del Nord continua a gettare benzina sul fuoco. Il quotidiano ufficiale del partito dei lavoratori, “Rodong Sinum”, ha pubblicato, oggi, alcune minacce del Regime di Kim Jong Un che si dice pronto a “cancellare gli Stati Uniti dalla faccia della Terra” in caso di guerra biochimica del Pentagono tramite la Corea del Sud che ospiterebbe, presso il porto di Busan, le attrezzature americane necessarie a tale scopo.

Il giornale ha riportato che l’esercito nordcoreano è pronto, inoltre, ad affondare la portaerei nucleare del Pentagono Wilson “con un solo colpo”. Quest’ultima ha iniziato, proprio nelle ultime ore,  alcune esercitazioni militari col Giappone nel Pacifico occidentale e arriverà, entro la fine della prossima settimana, nella zona.

Sono sempre più insistenti, intanto, le voci di un imminente test missilistico da parte di Pyongyang, nonostante i moniti internazionali a evitare ulteriori provocazioni. Tokyo, Pechino, Mosca e Seul hanno posto i loro eserciti in stato di massima allerta per fronteggiare il caso in cui la situazione dovesse precipitare improvvisamente.

Quest’ultima potrebbe aggravarsi ancora di più, perché l’agenzia di stampa sudcoreana Yobnhap ha riferito che un ex docente della Yanbian University (Cina) è stato arrestato all’aeroporto di Pyongyang, mentre stava per lasciare il Paese, diventando il terzo statunitense detenuto in Corea del Nord. I motivi del fermo sono ancora sconosciuti.

 

 

 

Condividi e seguici nei social
error

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here