Nora al-Matrooshi sarà la prima donna araba a conquistare lo spazio

Sogna lo Spazio fin da quando era un'adolescente, e adesso è una dei due emiratini ad essere stati scelti per iniziare la formazione come astronauti.

0
216
Nora al-Matrooshi

Tutti i bambini, almeno una volta, sognano di diventare astronauti. Ma sono pochissimi quelli che, da grandi, lo diventano davvero. Si tratta di un percorso che richiede studio, impegno e sacrifici inimmaginabili. Un percorso che non spaventa la giovane Nora al-Matrooshi, la prima donna araba a iniziare la formazione per diventare astronauta.

Chi è Nora al-Matrooshi?

Nora al-Matrooshi è nata negli Emirati Arabi Uniti ed è la prima donna araba ad iniziare la formazione per diventare astronauta. Insieme a lei, soltanto un altro connazionale è stato scelto tra le migliaia di domande: il 33enne Mohammad al-Mulla.

Nora, di anni, ne ha solo 28, e si è già distinta per la sua intelligenza fuori del comune. Ha studiato ad Abu Dhabi e in Finlandia, laureandosi in ingegneria meccanica; nel 2011 ha vinto le Olimpiadi emiratine di Matematica. Ha lavorato per un periodo per la National Petroleum Construction Company. Adesso si trasferirà in Texas, per cominciare il suo addestramento presso il Johnson Space Center della Nasa, a Houston.

Marinaia dello spazio

Anche se, al momento, non sono previste missioni spaziali, il sogno di Nora al-Matrooshi è avere l’opportunità di andare davvero nello spazio. “I miei antenati da parte di madre sono marinai”. Ha raccontato. “Astronauta significa ‘marinaio stellare’, in greco. Io vorrei esplorare lo spazio, come loro hanno esplorato l’oceano”.

Più di ogni cosa, Nora sogna di potere, un giorno, “sbarcare sulla Luna da una navicella degli Emirati”. Sa che, per realizzare il suo sogno, dovrà fare i conti con due grandi ostacoli: essere donna ed essere araba. Ma niente di tutto questo sembra poterla fermare. Dopotutto, il suo motto è “Fai ciò che ti rende felice”.

“Se sei davvero appassionato a quello che stai facendo, allora devi semplicemente lavorare sodo. Se posso farlo io, puoi farlo anche tu. Se nessuno l’ha fatto prima di te, allora fatti avanti sii il primo”.