Chi l’ha detto che la terza età è il tempo dell’assenza dell’erotismo? Degli anziani americani hanno fatto tutto il possibile per smentire questo luogo comune, trasformandosi in veri e propri “nonni porno” per la stampa! Sei persone di età compresa fra i 60 e gli 85 anni, di cui cinque uomini ed una donna, hanno eseguito per molto tempo una lunga serie di orge in un bosco, promuovendo questi “eventi” tramite veri e propri annunci pubblicitari (presumibilmente volantini) al fine di attirare più persone desiderose di partecipare ai loro particolari “balli di gruppo”.

Il bosco il cui accadevano questi incontri era tuttavia un’area protetta a “Fairfield”, in Connecticut: per questo gli annunci hanno attirato ancora più critiche di quanto ci si potesse aspettare in condizioni normali, in condizioni in cui l’unico “problema” in relazione a ciò sarebbe stato di natura morale. Per questo vari cittadini hanno iniziato a denunciare la cosa, e la polizia si è attivata per sorvegliare il bosco incriminato e capire quindi chi erano i “nonni porno” che lo frequentavano per queste notti brave. Una volta acquisite le immagini da poter utilizzare come prova, le sei persone sono state arrestate; rilasciate successivamente dietro cauzione, attualmente sono in attesa di processo per atti osceni in luogo pubblico ed altre infrazioni legate al posto scelto.

PornHub sostiene importanti cause umanitarie: ecco quali

A dare la notizia per prima l’agenzia stampa statunitense “Associated Press”, mentre successivamente una rivista locale ha segnalato come una delle persone incriminate avesse già commesso “atti osceni in luogo pubblico” in passato, andando in giro completamente nudo. La stampa americana ha dunque ribattezzato le persone coinvolte “porn gramps”, per l’appunto “nonni porno”, e la news ha suscitato alla fine più ilarità che altro su suolo americano. Vedremo se la polizia deciderà di attuare una sorveglianza speciale presso il bosco in questione per fare in modo che nessuno imiti i temerari vecchietti, magari perché attirato proprio dalla pubblicità fatta negli scorsi mesi.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here