Bud

Nella stessa notte successiva alla morte del “gigante buono” Bud Spencer, tra lunedì e martedì, lo street artist Raffaele Liuzzi esperto di spray painting, ha realizzato in tempi record in via Ferrante Imparato, tra i quartieri di San Giovanni a Teduccio e Gianturco, nella periferia est di Napoli, un murale che rappresenta l’attore. In primo piano Pedersoli, nel pieno della sua forma, sorridente come sempre, con una camicia a fantasia arancio, appena accennata. Sul lato sinistro del disegno, Raffo Art ha aggiunto la scritta “Io non sono italiano, sono napoletano”, frase che lo stesso Spencer amava ripetere durante le sue dichiarazioni e interviste. Era nato a Napoli e amava la sua città.

“Sono cresciuto con i film di Bud Spencer – racconta l’artista all’Agenzia Dire – e non potro’ mai dimenticare alcune sue interviste, nelle quali Bud diceva ‘Io non sono italiano, sono napoletano’. Per il mio murales ho scelto proprio questa frase, ha dimostrato la sua immensa appartenenza alla citta’. Appena ho saputo della sua morte ho preso le mie bombolette e senza pensarci due volte ho iniziato a comporre quest’opera”.

“Era fiero di essere napoletano”, lo ricorda così il sindaco Luigi de Magistris che aggiunge: ”Se ne va un pezzo di Napoli ma il ricordo della sua arte, della sua bravura sul set e della signorilità che ha contraddistinto la sua vita non ci lascerà mai. Ciao Bud, grande uomo, grande attore e grande sportivo”

Per chi è cresciuto con i film dell’attore Napoletano Carlo Pedersoli, sarà emozionante rivederlo con un bel sorriso in via Ferrante, in memoria del suo ricordo.

Dott.ssa Rosa Ferro

Condividi e seguici nei social
error

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here