Nissan GT-R T-Spec: versione brillante, dentro e fuori

La casa giapponese presenta una nuova variante della sua leggendaria supercar

0
288
nissan gt-r t-spec

La Nissan GT-R non ha ancora finito il suo lavoro sul mercato, e per il 2022 aggiunge la nuova versione T-Spec. Basata sulla meccanica della standard, questa variante si caratterizza per alcuni ritocchi estetici e per qualche miglioria meccanica, votata sempre alle prestazioni. la T-Spec è un’esclusiva del mercato giapponese e statunitense, dove sarà disponibile questo inverno in serie limitata. Il prezzo negli USA dovrebbe essere di poco inferiore ai 140 mila dollari.


Nissan GT-R, in arrivo la versione mild hybrid?


Nissan GT-R: com’è fatta la T-Spec?

Brillantezza è forse la parola che più rispecchia la GT-R nella versione T-Spec. Dal punto di vista esteriore, la vettura eredita i paraurti bombati e aggressivi della Track Edition, con prese d’aria funzionanti. I cerchi in lega leggera Rays sono dorati, che da sempre sono simbolo di sportività made in Japan (basti pensare alle Subaru WRX ed STi). La carrozzeria disporrà di nuove opzioni per il colore, esclusive di questa serie limitata. Tra di queste il colore porpora Midnight, una rivisitazione di una tonalità già presente sul modello R33 del 1995. Secondo la casa giapponese, questo colore è ispirato ai giochi di luce delle aurore boreali. Gli interni sono in pelle ed alcantara, con tutta la dotazione tecnologica standard della GT-R.

Le migliorie meccaniche

Dal punto di vista meccanico, la T-Spec si raffina per ottenere maggiore trazione (la “T” di T-Spec è ispirata alla parola “traction”, secondo la casa). Il motore è il solito VR38DETT, un V6 biturbo di 3.8 litri che Nissan fa costruire a mano in un’apposita fabbrica a Yokohama. La potenza in questa configurazione è di 568 CV. Le sospensioni semiattive sono le stesse di sempre, per cui il vero upgrade tecnico sta nei freni. La T-Spec adotta gli stessi dischi Brembo carboceramici della versione Nismo, garantendo una maggiore potenza e precisione in frenata. La trasmissione è sempre a quattro ruote motrici, il cambio è a sei marce a doppia frizione, installato in posizione transaxle