Nigeria- Scoperta ”baby factory”: donne schiave costrette a procreare

0
801
Nigeria:scoperta ''baby factory''

Succede a Lagos,dove le autorità hanno scoperto la terribile realtà di una vera a propria ”baby factory” lo scorso 2 ottobre.Circa 20 le donne prigioniere costrette a procreare. La loro età andava dai 13 ai 27 anni. La polizia :“questo è un crimine disumano e atroce”.

Sette donne sono fuggite allertando le autorità

Le 7 donne in gravidanza sono riuscite a scappare e il 2 ottobre hanno subito allertato gli ufficiali. In seguito la polizia ha scoperto la struttura di Isolo: una vera e propria ”baby factory” dove venivano tenute prigioniere circa 19 donne incinte. Il portavoce della polizia Bala Elkana di Lagos ha rilasciato diverse dichiarazioni:

“Abbiamo ricevuto un avvistamento di sette donne incinte in attesa alla fermata dell’autobus e i nostri uomini sono andati lì a prenderle”

“Dopo l’interrogatorio, le donne hanno affermato di essere (tra) 20 donne rimaste incinte in casa e tutte sono scappate lunedì notte”

Elkana ha descritto la casa di Isolo come una terribile ”fabbrica di bambini”

Le donne avevano un’età compresa dai 13 ai 27 anni. Le donne venivano detenute all’interno della casa per poi dare alla luce bambini destinati al commercio. I bambini venivano poi venduti a coppie senza figli. Questo macabro tipo di commercio è tristemente solito nelle zone della Nigeria,dove i bambini vengono venduti come merce di scambio. Il caso della ”baby factory” di Isolo non è un caso nuovo o isolato.

La polizia ha fatto irruzione in quattro strutture destinate allo scopo

Quella di Isolo non era l’unica ”baby factory”: la polizia di Lagos ha fatto irruzione in ben 4 strutture dove venivano detenute donne incinte e bambini. Ha salvato 19 donne e 4 bambini. Le donne erano state portate lì con false promesse di lavoro e una vita migliore,per poi finire dentro la raccapricciante fabbrica. Stando ai conti della polizia,i bambini appena nati costavano intorno ai 500.000 naira ( $ 1.900).

Risultati immagini per nigeria baby factory
Nigeria,Baby Factory
Commenti