Niente auto nel centro di Berlino: la petizione

0
440

La petizione ha raggiunto le 50.000 firme, e chiede una cosa molto semplice: niente auto private nel centro di Berlino.

I cittadini richiedono niente auto in centro?

I cittadini tedeschi richiedono il divieto alle auto private in una zona fino a 34 miglia quadrate intorno al centro della capitale. L’iniziativa è partita dagli attivisti Berlin Autofrei, e prevede la rimozione dei veicoli a motore nell’area circondata dalla linea ferroviaria ad anello S-Bahn. Se l’idea andasse in porto, questa diventerebbe la più grande area urbana senza auto al mondo.


Noleggio a lungo termine le nuove proposte per la mobilità urbana


Qualche eccezione

Come forse è ovvio, alcune tipologie di utenti potrebbero usufruire di restrizioni più flessibili che non si limitino ai 12 viaggi consentiti a noleggio nell’area. Parliamo di automobilisti a mobilità ridotta, di addetti alle consegne, di servizi di emergenza e di veicoli commerciali. Inoltre, il divieto entrerebbe in vigore dopo un “periodo di transizione ragionevole”. Tutto questo sarebbe fatto allo scopo di migliorare la salute, la qualità dell’aria e la sicurezza. Il progetto iniziale aveva previsto anche una serie di parcheggi trasformati in aiuole, più altre modifiche atte a creare un ambiente più sociale per tutti.

Stop all’elettrico

Nelle intenzioni, anche i veicoli elettrici subirebbero gli stessi divieti, poiché gli attivisti sostengono che sarebbero oggetto di problemi simili a quelli delle controparti ICE. “Avremmo bisogno che circa la metà delle auto diventassero elettriche l’anno prossimo, al fine di raggiungere gli obiettivi del governo federale per le emissioni dei trasporti” ha spiegato al Guardian l’attivista Nik Kaestner. “Questo chiaramente non accadrà: attualmente solo l’1,3% dei veicoli in Germania è elettrico. Quindi l’unica soluzione è ridurre la quantità di guida, non solo cambiare il modo in cui guidiamo”.

Niente auto in centro: una campagna di successo

Oltre a questo, come parte della campagna Berlin Autofrei chiede trasporti pubblici più economici, una gestione completa dei parcheggi, spazi verdi aggiuntivi e la promessa di non aggiungere ulteriori autostrade in città. Fino a questo momento, sono state raccolte 50.033 firme, e il gruppo si avvale di una forma di democrazia diretta con un processo in tre parti. La prima mira a raccogliere 20.000 firme, la seconda 170.000: se il governo si rifiuta di adottare la legge, la proposta viene inviata al voto pubblico.