Attraverso un comunicato ufficiale, il Crotone ha reso pubblica la notizia delle dimissioni di mister Nicola.

Dopo la sconfitta di lunedì scorso contro l’Udinese del neo-tecnico ed ex campione del mondo, Massimo Oddo, hanno avuto inizio delle vere e proprie incomprensioni tra l’ormai ex allenatore dei calabresi e la società rossoblu. In seguito a ciò, avrebbe maturato la clamorosa decisione di abbandonare il suo compito.

A chi gli inizia a porre i primi indiscreti quesiti sul perché di questa scelta, Nicola risponde così : “Non ho intenzione di scendere nei particolari sul come e perché. Probabilmente lo farà chi di dovere.”
Cosa avrà voluto dire il mister piemontese? Ma soprattutto, a chi si sarà rivolto? Rivelazioni che lasciano sicuramente dei dubbi ma che non è poi così difficile intuire.
Insieme a Nicola, lasciano il Crotone anche i componenti del suo staff : il preparatore atletico, l’allenatore in seconda e il collaboratore tecnico.

“La squadra è rimasta allibita ma saprà reagire” esordisce così Raffaele Vrenna, direttore generale della squadra calabrese.
Pare, infatti, che proprio ieri sera i calciatori avessero organizzato una cena invitando anche l’allenatore, il quale avrebbe chiaramente declinato l’invito restando a mangiare nel suo albergo. Un fulmine a ciel sereno per Cordaz & Co. che non avrebbero mai lontanamente immaginato un buongiorno così inaspettato.

Davide Nicola resta , in ogni caso, il ct delle sorprese per aver, con forza ed impegno, riconfermato lo scorso giugno il Crotone nella massima serie.

Ha regalato forti emozioni all’intera Calabria e a tutti i suoi abitanti e di questo l’intera popolazione gliene sarà eternamente grata.

Un lavoro svolto con assoluta determinazione. Una scommessa mantenuta che ha sorpreso ogni appassionato di calcio. Si ricorda, difatti, la sua ‘corsa’ in bicicletta dalla città di Crotone a quella di Torino, ripromessosi di fare proprio nel caso in cui la squadra si fosse salvata a fine stagione.

Commenti