Nicola Zingaretti positivo al Coronavirus: “sto bene”

Nicola Zingaretti è ufficialmente la prima persona di grande rilievo sul suolo internazionale ad essere positiva al Coronavirus. Ecco la sua dichiarazione.

0
821

Nicola Zingaretti, governatore della regione Lazio ed attuale segretario del Partito Democratico, è ufficialmente una delle persone contagiate dal Coronavirus su suolo italiano. L’annuncio arriva direttamente dai canali ufficiali del politico, che in vista del suo ruolo di responsabilità nei confronti di una regione e di tutti gli elettori del suo partito sul suolo nazionale ha dovuto necessariamente rendere nota la sua condizione. La notizia arriva dopo numerosi appelli in cui Zingaretti invitava la popolazione a prendere le giuste precauzioni evitando tuttavia la psicosi, ed in cui cercava di lanciare messaggi di speranza in vista del futuro imminente.

I medici mi hanno detto che sono positivo al Covid19. Sto bene ma dovrò rimanere a casa per i prossimi giorni. Da qui continuerò a seguire il lavoro che c’è da fare. Coraggio a tutti e a presto!

Pubblicato da Nicola Zingaretti su Sabato 7 marzo 2020

I medici mi hanno detto che sono positivo al Covid19. Sto bene ma dovrò rimanere a casa per i prossimi giorni. Da qui continuerò a seguire il lavoro che c’è da fare. Coraggio a tutti e a presto!

Nicola Zingaretti non è ad oggi l’unico politico italiano di rilievo ad essere stato toccato dal virus: è notizia di ieri, infatti, che un membro della scorta del leader della lega Matteo Salvini è allo stesso modo positivo al virus. Salvini ad oggi afferma di stare bene, ma chiaramente con l’incubazione pari a due settimane che il virus ha le tempistiche non sono ancora abbastanza mature affinché si possa stare tranquilli circa il suo status di salute; positivi anche assessori e sindaci vari in giro per la nazione. Il problema nel momento in cui personaggi del genere si ammalano può essere relativo circa loro stessi, ma con il team che hanno attorno e gli eventi pubblici a cui hanno preso parte fino a poco tempo potrebbero trasformarli in veri e propri veicoli per il patogeno.

Vedremo adesso quale sarà il decorso di Nicola Zingaretti e delle persone con cui ha avuto contatti diretti nelle ultime 2 settimane. Più in generale c’è da sperare che il contagio vada scemando il più possibile, nonostante il contagio aereo e le abitudini di molte persone che non vogliono rinunciare agli agi a cui siamo abituati lascino relativamente poche speranze da questo punto di vista.

LEGGI ANCHE: VIOLATE LEGGI SUL CORONAVIRUS DURANTE EVENTO DI ELETTRA LAMBORGHINI

Commenti