New Horizons: la sonda raggiunge un nuovo traguardo

0
339
new horizons

La sonda New Horizons continua il suo viaggio intergalattico. E mentre supera i propri limiti, continua a “dialogare” con la NASA.

New Horizons: cos’è?

New Horizons è una sonda spaziale sviluppata dalla NASA per l’esplorazione di Plutone e del suo satellite Caronte. Il lancio ebbe luogo il 19 gennaio 2006 dalla base di Cape Canaveral. Il sorvolo di Plutone, invece, ha avuto luogo il 14 luglio 2015. L’obiettivo primario della sonda è studiare la geologia e la morfologia del pianeta nano Plutone e del suo satellite Caronte. Compiti sussidiari sono poi quelli di creare una mappa della superficie dei due corpi celesti e analizzarne l’atmosfera. La missione prevede inoltre che la sonda continui il viaggio nella fascia di Kuiper, per poi inviare dati sulla fascia alla Terra.

New Horizons: un lungo viaggio

Nel corso della sua scorribanda spaziale, New Horizons ha catturato un’immagine ravvicinata di Plutone. La sonda sta ora continuando il lungo viaggio attraverso il sistema solare. In questo momento si trova a quasi 5 miliardi di miglia da casa ed ha raggiunto le 50 unità astronomiche dal Sole. Un’unità astronomica, o AU, è una misura della distanza che equivale alla distanza media tra il Sole e la Terra. Facendo due calcoli possiamo capire che la sonda è ora 50 volte più lontana dal Sole di quanto lo sia la Terra. Questa enorme distanza significa che i segnali proveniente da New Horizons impiegano sempre più tempo a raggiungere la Terra, con un conseguente aumento del ritardo di comunicazione.

Il “nuovo orizzonte”

Per celebrare questo traguardo, il team ha rilasciato una fotografia scattata dalla sonda. La foto mostra il campo stellare su cui la sonda si affaccia e la posizione dell’imbarcazione Voyager 1, ancora più lontana. Questo vuol dire che la sonda sta uscendo dal sistema solare e dovrebbe passare nello spazio interstellare entro il 2040.